Wednesday, 18 October 2017 - 14:53

Stages estivi nelle aziende artigiane

Mag 30th, 2012 | By | Category: Lavoro Economia Turismo, Prima Pagina

La Giunta regionale ha precisato, con la Dgr 337/2012, le nuove disposizioni in materia di tirocini, definendone le diverse tipologie e modalità di effettuazione. Alla luce delle nuove regole e in collaborazione con l’Amministrazione provinciale, l’Associazione Provinciale Piccola Industria Artigianato di Belluno ha predisposto, come negli anni precedenti, un servizio di supporto alle aziende nella realizzazione di tre distinte tipologie di tirocinio: quelli di inserimento/reinserimento lavorativo, quelli formativi e i tirocini estivi di orientamento. I tirocini di inserimento e reinserimento lavorativo sono finalizzati, appunto, ad agevolare l’inserimento in azienda di lavoratori inoccupati al primo impiego o disoccupati rimasti senza lavoro. I tirocini formativi, invece, sono dedicati a neodiplomati, neo qualificati, neo laureati o neo dottorati, che al momento dell’avvio del tirocinio abbiano conseguito il relativo titolo di studio da non più di un anno. I tirocini estivi, infine, da realizzare durante le vacanze estive, sono dedicati a studenti della scuola secondaria di secondo grado o professionale, di età compresa tra sedici e venticinque anni.

Dal prossimo mese di giugno, quindi, le aziende che avranno necessità di ospitare un tirocinante già da loro precedentemente individuato (l’APPIA, infatti, per ragioni organizzative non effettua anche un servizio di mediazione per potenziali tirocinanti che non hanno ancora un contatto con le aziende) potranno avviare tutti e tre i tipi di tirocinio. L’APPIA predisporrà il progetto formativo individuale, la convenzione e tutti gli altri documenti necessari, fornendo inoltre alle aziende le relative coperture assicurative.

Maurizio Ranon direttore Appia

“Con la recente normativa regionale – sottolinea il direttore dell’APPIA Maurizio Ranon – è stato riordinato il sistema complessivo dei tirocini, conferendo loro maggiore rigore ed anche inevitabilmente una maggiore rigidità operativa. Le nostre aziende, per molti versi, nei passati progetti formativi di tirocinio, hanno dimostrato di aver anticipato le linee sulle quali poi ha operato il legislatore. Per questo riteniamo che sapranno accogliere nel modo migliore le nuove disposizioni della Regione, continuando ad offrire per il futuro quegli standard formativi elevati che i tirocinanti hanno sempre apprezzato, e che fanno dello strumento del tirocinio un importante valore d’impresa.”

Per le aziende che fossero interessate, è possibile rivolgersi presso il Servizio Formazione dell’APPIA (tel. 0437/954411) per effettuare le pratiche di avvio dello stage o per avere maggiori informazioni in merito.

 

 

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.