Monday, 18 December 2017 - 09:15

Fondo Brancher. Come annunciato, è iniziata la guerra tra poveri

Mag 28th, 2012 | By | Category: Lettere Opinioni, Prima Pagina

Era purtroppo facile fare la Cassandra (vedi mia del 6 scorso). La classifica del Fondo Brancher ha scatenato un putiferio da parte dei Sindaci dei Comuni rimasti a bocca asciutta. Ritirare i rappresentanti veneti dell’Odi, adire alle vie legali, e via di seguito. I polli di Renzo si stanno accapigliando, i nostri rappresentanti non si vergognano di andare col cappello in mano a chiedere l’elemosina ai nostri vicini, lamentandosi delle casse desolatamente vuote. Non è questo il comportamento che i cittadini si sarebbero aspettati da loro. E che noi del Movimento BARD gli avevamo indicato chiaramente da anni a questa parte: schiena dritta e avanti a reclamare le legittime rivendicazioni di una popolazione e di un territorio da decenni abbandonati e defraudati delle proprie ricchezze e dei più elementari servizi. E invece…ancora con le solite recriminazioni da piccola fiammiferaia, rivolgendosi contro i nostri vicini anziché contro il Governo regionale lontano dalle nostre esigenze e i nostri rappresentanti politici, nessuno escluso, che ostinatamente non si mettono in prima persona a capo di una protesta/proposta che è ormai l’ultima, prima del crollo di ogni speranza. Cari Bellunesi, lo scoramento è l’ultima disgrazia che potrebbe capitarci tra capo e collo; troviamo finalmente la forza di fare un passo avanti e di trovarci tutti uniti nell’aspirazione all’Autonomia. Aderite in massa al BARD!

Tomaso Pettazzi – Movimento BARD-Belluno Autonoma Regione Dolomiti

Share

One comment
Leave a comment »

  1. Il problema vero è che non esiste nessun progetto condiviso per lo sviluppo della nostra provincia per cui, ognuno, cerca di portare nel suo orticello quel poco che ci concedono. Se ci fosse un progetto condiviso non ci sarebbero le liti per agguantare le briciole e saremmo ben più forti nel portare avanti le nostre rivendicazioni. Se non cresciamo un pò, politicamente e culturalmente, finiremo proprio come i polli in questione. Compito fondamentale del neo sindaco di Belluno, Jacopo Massaro, sarà contribuire in modo determinante alla costruzione di un progetto che veda uniti tutti i bellunesi.

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.