Tuesday, 12 December 2017 - 16:05

Domani la Festa della Polizia. Belluno si conferma una delle Provincie più sicure d’Italia

Mag 25th, 2012 | By | Category: Appuntamenti, Prima Pagina, Società, Istituzioni

Domani, sabato 26 maggio, al Teatro Comunale di Belluno, si celebra 160° anniversario della fondazione della Polizia.

Il programma, che si svolgerà alla presenza delle massime autorità provinciali civili, militari e religiose, prevede:

– ore 9.30 deposizione corona alla lapide di Virgilio Raniero presso la Caserma a lui intitolata;

– ore 10.50 formazione dello schieramento;

– ore 10.55 arrivo delle autorità della Provincia;

– ore 11.15 lettura dei messaggi pervenuti;

Interverrà il questore di Belluno, per la consegna dei riconoscimenti per attività di servizio. Seguirà il rinfresco presso il chiostro dei serviti in piazzetta Santo Stefano.

Durante la cerimonia sarà ricordata l’attività’ della Polizia di Stato nella provincia di Belluno dal 1° maggio 2011 al 30 aprile 2012. Belluno si conferma una delle Provincie più sicure d’Italia. Il merito può essere ascritto, in parte all’indole della popolazione, rispettosa delle regole ed in parte agli efficaci servizi di prevenzione posti in essere in sinergia con le altre Forze di Polizia.

Nel corso dell’anno al numero “113” sono pervenute 19.053 chiamate di soccorso con un incremento dell’11% rispetto allo stesso periodo del 2011.

Richieste di soccorso che hanno dato luogo da parte della sezione volanti a 2.106 interventi con un incremento del 16%.

Per la Polizia di Stato è stata pagante la scelta di privilegiare i servizi esterni e di controllo del territorio, mantenendo il maggior numero possibile di pattuglie nell’arco delle 24 ore.

In particolare il territorio provinciale è stato presidiato da ben 2.757 pattuglie , che hanno identificato 15.825 persone, ( + 8%) e controllato 10.000 veicoli, (+ 7%).

L’Ufficio di Gabinetto ha coordinato 81 servizi di Ordine Pubblico riguardanti calcio, hockey, pallavolo, calcio a 5, rally, ciclismo, scioperi e presidi vari che hanno visto l’impiego di 435 uomini

Il modello “Polizia di Prossimità” è stata attuata attraverso diverse iniziative, tra le quali ha raccolto grande consenso nella popolazione la figura del “Poliziotto di quartiere”, il cui compito principale è stato quello di consolidare il rapporto tra cittadini ed istituzioni, riducendo la percezione di insicurezza nella comunità.

Nella stessa direzione sono andati gli incontri nelle scuole, che quest’anno sono stati 196 (+15%) e che hanno visto personale della Stradale, della Postale, della Squadra Mobile e dell’Ufficio di Gabinetto parlare ai ragazzi in modo concreto dei problemi che più da vicino li toccano: l’uso delle droghe e l’abuso di bevande alcoliche, il fenomeno del bullismo, la sicurezza stradale ed il corretto utilizzo di internet.

In tal senso estremamente efficace sarà la prossima pubblicazione della carta dei servizi della Questura di Belluno, con cui si intende agevolare i cittadini aiutandoli ad usufruire nel modo migliore dei servizi offerti dalla Polizia di Stato.

In occasione della Festa è stato anche realizzato, un vademecum sulla sicurezza, che sarà distribuito agli ospiti e che si propone di fornire agli utenti uno spunto di riflessione sui comportamenti più adeguati da tenere nelle ordinarie azioni quotidiane.

La Polizia Amministrativa e dell’Immigrazione ha di seguito effettuato la seguente attività:

Attivita’ Polizia Amministrativa

 Passaporti rilasciati 3.969

Certificati di identità 801

Rilasci licenze armi 934

Esercizi pubblici controllati 43

Attivita’ Polizia dell’immigrazione

Permessi e carte di soggiorno rilasciati 5.938

Cittadinanze 438

Espulsioni (ordine del questore, su prec. espulsione, con intim.) 77

Accompagnamenti alla frontiera 7

Accompagnamenti presso centri permanenza temporanea 8

Rispetto all’anno precedente sono stati emessi 593 permessi di soggiorno in più ed anche l’azione di contrasto al fenomeno dell’immigrazione clandestina è stata rafforzata con un incremento del 16% delle espulsioni.

Particolare attenzione è stata riservata ai soggetti ritenuti pericolosi per la sicurezza sociale e al riguardo la Divisione Anticrimine ha emesso 12 Avvisi Orali del Questore, 13 Fogli di Via Obbligatori, 2 DASPO e 22 Ammonimenti per stalking.

Anche sul piano della Polizia Giudiziaria si sono raggiunti ottimi risultati con 36 persone arrestate ed un incremento del 9% rispetto al periodo precedente.

Sono stati eseguiti 180 provvedimenti restrittivi emessi all’A.G. e denunciate 268 persone con un aumento del 45%, essenzialmente per le seguenti tipologie di reato: lesioni dolose, percosse, minacce, ingiurie.

I furti hanno subito un decremento di 100 episodi pari al 21%, grazie all’attività di contrasto attuata con puntuale impegno da parte di tutte gli uomini e le donne della Polizia di Stato. Si è però verificato un aumento delle rapine passate da 1 a 3 .

Sembrerebbe anche che la criminalità abbia scelto la rete per i propri affari, infatti si registra un incremento del 32% delle truffe e delle frodi informatiche.

SPECIALITA’ DELLA POLIZIA DI STATO

POLIZIA STRADALE

La Polizia Stradale di Belluno (sezione Capoluogo e distaccamenti di Valle di Cadore e Feltre) ha vigilato sulle strade della Provincia con 3.163 pattuglie rilevando complessivamente 293 incidenti di cui 5 con conseguenze mortali.

I servizi mirati atti a contrastare il cd. fenomeno delle “stragi del sabato sera”, la guida in stato di ebbrezza e l’eccesso di velocità, hanno portato ad una flessione dell’8%, degli incidenti stradali rilevati.

Sono stati accertati complessivamente 8.799 illeciti (penali ed amministrativi), tra i quali:

168 per guida in stato di ebbrezza e 333 patenti ritirate.

POLIZIA FERROVIARIA

La polizia ferroviaria opera in via prioritaria per la tutela dell’esercizio ferroviario e per la sicurezza del relativo trasporto.

Sono stati effettuati n. 1375 servizi vigilanza agli scali ferroviari, n. 975 servizi di pattugliamento linee ferroviarie e n. 1170 scorte a treni.

 POLIZIA POSTALE

L’attività della sezione polizia postale nel settore informatico è stata indirizzata principalmente ai reati inerenti l’e-commerce, l’hacking e la pedo-pornografia, con impiego di uomini e risorse nelle indagini di contrasto ai fenomeni legati alle truffe on-line, agli accessi abusivi a sistemi informatici, anche con analisi di materiale informatico sequestrato.

Sono stati effettuati 1141 controlli agli Uffici Postali e n. 22 indagini atte all’individuazione di truffe su siti web, n. 4 per phishing e n. 12 per clonazione e utilizzo indebito di carte credito/bancomat.

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.