Wednesday, 13 December 2017 - 15:12

Sabato al Mas di Sedico la Lega nord raccoglie le firma per 11 proposte di legge

Mag 24th, 2012 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Sabato 26 maggio a Mas di Sedico, nei pressi del mercato, dalle 9 alle 13 e a Bribano di Sedico, in via Roma, dalle 15 alle 19 saranno allestiti dei gazebi adibiti alla raccolta di firme per le segueti proposte di legge di iniziativa popolare:

1- Garanzia del credito a famiglie e imprese: separazione tra credito produttivo e attività finanziaria speculativa.

2- TFR in busta e prestito del lavoro

3- Busta paga pesante: abolizione del sostituto d’imposta

4- Disposizioni atte a garantire l’autonomia finanziaria dei comuni, delle province e delle regioni.

5- Abrogazione dell’imposta sulla prima casa e attribuzione dell’IMU ai comuni

6- Misure dirette ad evitare l’infiltrazione mafiosa nei territori (abolizione del cosiddetto “confino”)

7- Tutela della sovranità popolare

8- Trasformazione in senso federale dello Stato e tagli alla spesa pubblica.

9- Federalismo fiscale portuale: attribuzione al porto di Genova e ai porti di interesse internazionale di quote del gettito derivante dai tributi erariali.

10- Interventi a favore del settore agricolo e abolizione dell’IMU in agricoltura.

11- Garanzia delle pensioni di anzianità con quaranta anni di contributi e delle pensioni di vecchiaia.

(I non residenti nel comune di Sedico, qualora volessero firmare, dovranno munirsi di certificato elettorale presso il proprio comune di residenza e consegnarlo durante la firma, altrimenti la stessa non potrà essere validata)

La raccolta firme è sostenuta e promossa dalla sezione Lega Nord di Sedico – Sospirolo su iniziativa della Segreteria Federale.

Share

10 comments
Leave a comment »

  1. Troppo tardi amici, troppo tardi.

    I buoi ormai sono scappati.

  2. Ancora BOSSI nel loro simbolo? Ma robe da matti …
    E poi hanno ancora il coraggio di presentarsi in giro? Ma robe da leghisti …

  3. chi?!?

  4. Questa iniziativa di mobilitazione darà ai cittadini la possibilità di esprimere la loro contrarietà all’attuale Governo. Invito a firmare per sostenere le 11 proposte di legge di iniziativa popolare già presentate in Corte di Cassazione. Proposte mirate a lasciare più soldi in busta paga ai lavoratori, a tutelare i pensionati, ad abbassare la pressione fiscale. Misure e norme rivolte anche a ristabilire la democrazia e riformare le istituzioni, difendere i cittadini dalle aggressioni di un Governo iniquo. Un invito, quindi a far sentire la propria voce e a riprendersi la democrazia contro un Governo che ha espropriato il Parlamento.
    Credo che ognuno debba avere la libertà di opinione e, quindi, libertà di partecipazione politica. C’è chi lo fa sparando a zero su persone che lavorano e chi si mette in gioco per la popolazione locale. Io faccio parte della seconda categoria, e sebbene questo possa infastidire certe persone che odiano a prescindere chi non la pensa come loro, ho il sacrosanto diritto di portare avanti progetti in cui credo e di cui possono beneficiare tutti.

  5. Dalla protesta a un’azione concreta, vogliamo portare in Parlamento le leggi che la gente chiede per non cadere nel baratro della recessione . Tenere i conti in ordine è giusto ma c’è modo e modo di farlo. Non possono essere sempre gli stessi a pagare e sicuramente la “macelleria sociale” non aiuterà l’Italia a risolvere i suoi problemi. Occorre tagliare gli sprechi e distribuire con maggiore equità il carico fiscale. Per questo ritengo utile il federalismo e la responsabilizzazione degli amministratori. Poi in momenti come questo chi ha di più deve dare di più. Far pagare l’Imu a chi sta pagando il mutuo è ingiusto. Esentare dall’Imu le fondazioni bancarie è imbarazzante. Stritolare le aziende agricole con l’Imu in agricoltura è distruggere intere famiglie. Non vogliamo, non possiamo, non dobbiamo permetterlo. Invitiamo quindi tutti i bellunesi a sostenere le 11 proposte di legge di iniziativa popolare. Invitiamo tutti a non cadere nell’inganno dell’antipolitica. L’unico modo che abbiamo per costruire uno stato serio e capace di determinare l’equità e la dignità di tutti è nella difesa della politica. Nei partiti possono esserci mele marce ma non per questo si deve commettere l’errore di buttare via tutto. Occorre isolare il cancro dei partiti e coinvolgere nella politica del Paese e degli enti locali le persone valide.

  6. L’ antipolitica è anche astensionismo, manovre denigratorie, impossibilità di avere un confronto. Giovanni, fermo restando il sacrosanto diritto di parola di tutti, il copiaincolla con cui tenti di avvalorare le tue ragioni con un solo fine denigratorio altro non fanno che farti perdere credibilità anche a te e al tuo mov. Stai più sereno che a te io non porto via nulla. se davvero credi che siamo alla frutta lascia spazio anche a me senza continuanente ostruire gli interventi di chiunque posta articoli. Hai paura di non avere abbastanza visibilità? Io continuo a stare in mezzo alla gente. Io continuo a fare politica a modo mio, in maniera corretta e senza giochetti sporchi. Il tempo e i fatti mi daranno ragione. Saluti.

  7. Annalisa, è bello sapere che ci sono ancora persone che si spendono per la collettività, come te. Il fatto è che farlo schierandosi dalla parte del “partito dei bugiardi” si rischia di non venire ascoltati.

  8. Vi segnalo questo articolo: “Il web contro i giochi di potere Grillo-Pizzarotti, tutte le verità”. http://affaritaliani.libero.it/emilia-romagna/il-web-contro-i-giochi-di-potere-grillo-pizzarotti-tutte-le-verit250512.html

  9. Anche nel M5S cominciano i primi problemi!

  10. Giovanni, mi reputo offeso dagli insulti gratuiti che mi hai rivolto. Anche se appartieni al M5S non sei autorizzato ad insultare chi non la pensa come te.

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.