Monday, 23 October 2017 - 10:08

Game over, smascheriamo il gioco. Martedì a Feltre l’incontro promosso dalla Consulta giovani sul fenomeno del gioco d’azzardo

Mag 20th, 2012 | By | Category: Appuntamenti, Pausa Caffè

Martedì’ 22 maggio, alle ore 20.30, allo Spazio Giovani dell’Ex Manifattura Piave di Feltre (BL) , si terrà un incontro pubblico sull’emergente e preoccupante fenomeno del gioco d’azzardo patologico (GAP) dal titolo “Game Over – smascheriamo il gioco” che vede come ospite il Dott. Graziano Bellio – attuale direttore del Dipartimento Dipendenze dell’U.L.S.S. N° 8 di Asolo (TV), presidente dell’Associazione ALEA (Associazione per lo studio del Gioco d’Azzardo e dei comportamenti a rischio) e massimo esperto in Italia in merito alla citata tematica.

A promuovere l’iniziativa è la Consulta Giovanile Intercomunale Diciamo la Nostra, per tramite del suo Vice Presidente Federico Di Giorgi, in collaborazione con il Dipartimento Dipendenze dell’U.L.S.S. 2 di Feltre e il Centro per le dipendenze giovanili “Danza del Tempo.”

Un male nascosto, macchiato da un senso di vergogna. Una vera e propria malattia riconosciuta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, ma che nell’opinione collettiva è ancora considerata alla stregua di un banale comportamento vizioso. E’ il gioco d’azzardo compulsivo. Ne soffrono quasi un milione e mezzo di persone in Italia, più o meno equamente divise tra tutte le età e categorie sociali, e in netto aumento con l’incremento del gioco on line.

La spesa per il gioco d’azzardo in Italia è salita a 54 miliardi di euro nel 2009 e ha raggiunto oltre i 60 miliardi nel 2010; giocano d’azzardo oltre 30 milioni di italiani, tra cui 2 milioni di minorenni.

E’ un comportamento che offre la possibilità di sperare di poter cambiare la propria vita o realizzare un piccolo sogno, di sfidare o interrogare la sorte, di vivere un’emozione diversa, di regalarsi una parentesi di evasione o di distrazione.

L’Italia è molto restia ad introdurre regole per limitare questo fenomeno, anche perché fin’ora è stato lo Stato stesso ad aumentare le occasioni di gioco.

Il gioco italiano è una macchina da guerra, fa vittime tutti i giorni; alla luce di questo, lo scopo dell’incontro è quello di informare sui pericoli connessi alle ludopatie, analizzandone il fenomeno, valutando gli obiettivi di prevenzione, determinando un quadro per sviluppare gli interventi necessari per la salvaguardia sia degli individui più vulnerabili, che di quelli che lo potrebbero diventare nel tempo.

Per chi non potesse essere presente ma volesse comunque seguire lo svolgersi dell’evento, potrà farlo collegandosi al sito www.diciamolanostra.it e andare nella sezione “Live streaming”.

 

Info:

Consulta Giovanile “Diciamo la Nostra” email diciamolanostra@gmail.com

Centro “Danza del Tempo” email: danzadeltempo@hotmail.it

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.