Tuesday, 24 October 2017 - 09:23

Trasparenza e partecipazione: ecco i costi della campagna elettorale di Jacopo Massaro

Mag 17th, 2012 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore

“In questi mesi si è molto abusato delle parole trasparenza e partecipazione – è il pensiero del candidato sindaco Jacopo Massaro – penso invece che questi concetti vadano dimostrati sul campo. Per questo da subito abbiamo rendicontato le spese sul nostro sito internet e organizzato gli incontri sul territorio, spiegando la nostra visione programmatica e integrandola con i suggerimenti dei cittadini. Riguardo alle spese sostenute nella campagna elettorale vorrei precisare che: non abbiamo ricevuto soldi da segreterie nazionali, regionali o provinciali di partito, dunque tutti i soldi spesi sono frutto di vero auto-finanziamento, abbiamo cercato di contenere al massimo i costi, grazie alla collaborazione di fotografi, grafici ed altri professionisti che hanno prestato la loro opera gratuitamente, abbiamo lavorato solo con ditte e fornitori bellunesi. Tutto questo ci ha consentito di effettuare una campagna elettorale sobria e contenuta”.

Premesso questo, il Comune di Belluno ha a disposizione degli strumenti da usare immediatamente per mantenersi trasparente nei confronti dei cittadini: “Come, ad esempio, pubblicare on line gli stipendi di sindaco e assessori, che sembrano un segereto di Stato, quando invece dovrebbero essere noti a tutti – continua Massaro – riguardo al consiglio comunale, voglio rendere pubblici tutti gli interventi dei consiglieri, le loro presenze e i gettoni percepiti. Questi sono dati già in possesso del Comune, basta che il sindaco dica: pubblicateli”.

Nell’ambito della partecipazione Jacopo Massaro dichiara: “Intendo coinvolgere la gente nella supervisione del lavoro dell’amministrazione, ma soprattutto nella possibilità di proporre idee, trovandone riscontro. So per certo che ad oggi molte persone che avevano avanzato proposte non hanno trovato un interlocutore in Comune, neppure quando si offrivano di realizzare qualcosa a favore della comunità. Voglio ribaltare questo modo di intrattenere i rapporti con i cittadini. Le formule per farlo sono tantissime: dal normale colloquio, ai nuovi sistemi tecnologici offerti dal progetto Smart city, che permette l’interazione sul web”.

Di seguito riportiamo i costi sostenuti dal comitato elettorale

Valore della Produzione

Contributi elettorali da candidato Sindaco e candidati liste € 10.335,00

Raccolta fondi e contributi esterni di privati cittadini € 5.435,00

Cena di autofinanziamento € 1.500,00

Totale valore della Produzione  € 17.270,00

 

Costi della produzione

a) Primo turno

Spese segreteria e ufficio stampa € 1.500,00

Grafica, stampa e distribuzione materiale elettorale € 4.472,90

Eventi, aperitivi e nolo sale € 4.487,10

n.1 Vela 15gg € 800,00

Spot Tv  € 750,00

Totale 1 :  € 12.010,00

b) Ballottaggio

Spese segreteria e ufficio stampa € 500,00

Grafica, stampa e distribuzione materiale elettorale € 2.400,00

Eventi, aperitivi e nolo sale € 650,00

n.2 Vele 7gg € 960,00

Spot Tv € 750,00

Totale 2:  € 5.260,00

Totale generale costi della produzione € 17.270,00

Share

30 comments
Leave a comment »

  1. Che strano: il primo maggio lessi sul Corriere delle Alpi che le spese finora sostenute da Massaro ammontavano a 5.000€ e che non sarebbero andate oltre i 6-7.000€…

  2. Ora scopriamo invece che per il primo turno Massaro ha investito 12.000€! Altro che 6-7.000€!!

  3. Mi viene da pensare che al Corriere delle Alpi abbia dichiarato molto, molto meno di proposito!

  4. Verificate voi stessi! http://corrierealpi.gelocal.it/cronaca/2012/05/01/news/l-ex-capogruppo-dalla-famiglia-numerosa-1.4451296

  5. Molto generosi i contributi dei candidati e dei privati cittadini, poi i grafici ed i tipografi che lavorano gratis, magari poi si aspettano qualcosa in cambio.
    Mi pare che Claudia Bettiol, pagando di tasca sua come ha affermato a RAI3, abbia speso molto di più per le stesse cose.
    Il fatto di non aver ricevuto contributi dalle segreterie dei partiti, non significa che non fossero graditi, ma solo che il PD non finanzia degli scissionisti e che in caso di vittoria delle liste Massaro, non ci sarebbero interlocutori in campo nazionale.

  6. Mi chiedo perché l’ambizioso Massaro precisi che non ha “ricevuto soldi da segreterie nazionali, regionali o provinciali di partito”. Essendosi voluto presentare con tre liste civiche (mascherate, diciamolo pure), da quali segreterie avrebbe potuto ricevere soldi?

  7. beh, adesso come importo comincia ad essere credibile (non i 6,4 K€ indicati nel sito). Per la trasparenza, a dire il vero mancano ancora i nomi dei “donatori” di un certo peso.

  8. Adesso, dopo quelle del Massy, vogliamo conoscere anche quelle della Betty

  9. perchè Lino non si rivolge a LUSI per avere notizie dettagliate ? celeste Balcon

  10. Celestemi pare che la nomenklatura sia in auge, dopo quelli che hanno avuto case e palazzi, regali a loro insaputa

  11. errata corrige: mi pare che la nomenklatura sia in auge dopo quelli delle case e palazzi gratis e regali piovuti a loro insaputa, la lista si allunga

  12. errata corrige: mi pare che la nomenklatura sia in auge dopo quelli delle case e palazzi gratis e regali piovuti a loro insaputa, la lista si allunga

    E’ una rettifica

  13. La lista civica che ha appoggiato la Bettiol uscirà con il rendiconto nei prossimi giorni. Sarà comunque un rendiconto parziale dal momento che oggi, non essendo ancora finita la campagna, ci sono ancora spese da sostenere e pro forma da ricevere e quindi da pagare. Posso comunque dirvi che le entrate sono state tutte autofinanziamenti dei candidati della lista stessa. Vorrei solo dire che l’abuso della parola “trasparenza” è veramente eccessivo. Inoltre un ultimo spunto di riflessione: trasparente non necessariamente vuol dire pulito e privo di agente contaminanti.

  14. Lino, vista la tua innata moralita’ e correttezza mi sarei aspettato almeno un intervento sui 5 letti del tipo “speriamo che anche la Bettiol pubblichi il dettaglio delle spese”. Ma come puoi pensare di poter essere credibile nelle tue analisi se manchi in questi minimi elementi di oggettivita’?

  15. cit. Franco: “Molto generosi i contributi dei candidati e dei privati cittadini, poi i grafici ed i tipografi che lavorano gratis, magari poi si aspettano qualcosa in cambio.”

    Caro Franco forse non ha letto bene. Le tipografie sono state pagate, ci sono le cifre accanto alle spese. Dove ha letto che i tipografi hanno lavorato gratis?

    Secondo, ma più importante riguardo al fatto che chi ha lavorato gratis si aspetti qualcosa in cambio Le rispondo con le sue STESSE PAROLE facendoLe presente che dicendo “magari” lei pensa di lavarsi la coscienza (FURBO!)

    “Giudicare prima del fatto compiuto è solo malafede.” ( Franco maggio 17th, 2012 14:48 ( http://www.bellunopress.it/2012/05/16/ezio-orzes-artefice-a-ponte-nelle-alpi-del-premio-comuni-a-5-stelle-energymed-2009-e-comune-riciclone-nella-squadra-di-claudia-bettiol/ )

  16. Mario, ho riportato anche il link dell’articolo dal quale si evince che Massaro al Corriere delle Alpi ha dichiarato 6-7.000€ anziché 12.000€: cosa vuoi di più? Più oggettivo di così!

  17. Talete, lo ha detto Massaro che alcuni fotografi, grafici ed altri professionisti hanno prestato la loro opera gratuitamente…

  18. Per quanto riguarda le cifre dichiarate, beh, chi mi assicura che siano vere? Sono solo cifre!

  19. Interessante il triplo salto mortale di Lino. Prima per attaccare Massaro contesta le cifre dichiarate dando anche il link per confrontarle, dopo conclude candidamente “sono solo cifre”. Credo si commenti da solo

  20. A proposito Lino voglio ricordare che il Patto per Belluno è la storica lista Civica, aperta a tutti per il solo bene della cittadinanza, aperta a tutte le persone oneste e di buona volontà. Se ti identifichi in questi principi saresti il benvenuto.

  21. Mario, non ci capiamo. Quando ho detto che sono solo cifre intendevo dire che, se Massaro avrebbe voluto essere veramente trasparente, avrebbe dovuto presentare le fatture!

  22. Cosa che non ha fatto!

  23. Mario, se trasparenza deve essere, che sia vera trasparenza!

  24. lino, massaro ti ha ucciso il gatto?

  25. @lino. beh intanto fa piacere che Lei risponda per Franco a cui era indirizzata la risposta. (siete per caso la stessa persona?)

    Detto questo Franco aveva detto tipografi. Io parto dal presupposto che se una persona si voglia prestare gratuitamente lo possa fare. Senza chiedere nulla in cambio e per spirito solidale.
    Mi vien da pensare che se Lei parte dal presupposto “del qualcosa in cambio” i Suoi post qui verranno ricompensati da qualcosa o qualcuno. Se sta pensando invece di rispondere che lo fa GRATIS stia attento a scriverlo. Cadrebbe in contraddizione.

  26. Primo, ho visto gli spot nelle varie tv e non ci credo che ha speso così poco. Nemmeno per stampe e spedizioni mi pare credibile. Demagogia per sprovveduti e creduloni
    Ma la cosa che più mi fa Inc… da professionista, e’ che un candidato sindaco che si permette di parlare di giovani e lavoro sfrutti il lavoro di amici e simpatizzanti per sé e lo porti anche come bandiera. se siamo ridotti così e’ anche per questo modo di fare, svalutando il lavoro. il volontariato e’ un’altra cosa. Spero che non ci siano favori da rendere una volta che sarà in comune, spero all’opposizione a questo punto

  27. Talete, no, non siamo la stessa persona.

  28. Massaro si ritiene, al pari di Berlusconi, l’uomo mandato dalla provvidenza… Come se non lo conoscessi!

  29. Lino e Stefania, perchè non vi date un appuntamento? Avete la stessa testa e dovreste trovarvi bene. Magari trovate anche qualcosa da fare e date un pò di sollievo al prossimo.

  30. Piero, non sei divertente…

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.