Monday, 18 December 2017 - 09:08

I giovani? Da questa parte! Ecco i numeri dei giovani del Pd

Mag 11th, 2012 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore

Palazzo Rosso, sede del Comune di Belluno

“Basta prendere le preferenze, le carte d’identità e una calcolatrice. Se fino a sabato ha sventolato sul balcone di qualsiasi comitato elettorale, ora la bandiera della gioventù è pronta a piantarsi sul balcone di Palazzo Rosso”. Ad affermarlo sono i giovani candidati del Pd che sostengono l’elezione a sindaco di Claudia Bettiol.

“Sempre che il prossimo sindaco – e siamo al secondo valore aggiunto – sia donna. Il Partito Democratico ha dimostrato con i numeri, i voti, i propri elettori, che il rinnovamento non occorre gridarlo, bisogna attuarlo. E che per farlo non occorre per forza scendere dalla barca. La prova? Il prossimo gruppo consiliare del PD in caso di vittoria di Claudia Bettiol al ballottaggio: 15 eletti, età media under 50 (48 anni), 4 under30 e addirittura 2 (papabili) ventenni.

Enrico Bortoluzzi (architetto, ‘82), Mirco Costa (tecnico radiologo, ’82), Alessandra Bristot (impiegata, ’83) e Erika Dal Farra (studente/lavoratrice ’88)

Fine? Nossignori. Queste sono le certezze tra i 15 eletti in caso di vittoria. Poi ecco l’altra splendida sorpresa pronta a sfondare la porta di Palazzo Rosso. Qualora infatti il sindaco decidesse di nominare alcuni assessori tra gli eletti del partito, ecco chi ne prenderebbe il posto in consiglio come primi dei non eletti: Francesco Langher (studente, ’92) e Francesco Orzes (studente, ’91).

In tutto, nella lista PD, la truppa giovane (dai 19 ai 32 anni) ha raccolto 584 preferenze, ovvero il 21% del totale.

«Questo è il risultato del nostro impegno non dietro, ma di fianco a Claudia – afferma Enrico Bortoluzzi – Ci sentiamo e siamo partecipi dell’ottimo risultato raccolto perché le nostre idee sono state l’anima del programma e del progetto che la nostra squadra ha disegnato per Belluno. Spero che ora i bellunesi si accorgano di questo bellissimo risultato, vedano dove oggettivamente siano i giovani e capiscano quale potrebbe essere il vero nuovo consiglio comunale. Quello che i numeri hanno scritto lunedì sera e che per sindaco ha una donna».

«Il nostro risultato e il disegno del possibile consiglio sono la testimonianza di un grande cambiamento del partito – aggiunge Erika Dal Farra, con le sue 84 preferenze – Fine dei politici sfegatati nascosti, magari imboscati dietro qualcos’altro, ma forze nuove per davvero! E adesso impegno, impegno, impegno! Perché la splendida squadra nuova e competente che in queste ore ha preso forma grazie ai voti dei bellunesi, non vada dispersa! Lasciarsela scappare sarebbe un vero peccato, per Belluno».

Share

27 comments
Leave a comment »

  1. Bene così! Era doveroso far risaltare questo dato, che è un fatto incontrovertibile: basta prendere la composizione dei due eventuali consigli comunali per capire dove stanno le facce nuove e portatrici di cambiamento e dove ci sono invece i clamorosi ritorni di cui nessuno aveva idea. Forza ragazzi, dai che siamo come l’acqua: giovani sin da giovani, naturalmente frizzanti, purissimi, del Sindaco (Claudia) e soprattutto bene (in) comune! Alè!

  2. Un dato che inorgoglisce che ha dovuto scontrarsi con le false apparenze…per fortuna il ballottaggio evidenzia la sostanza delle cose e questi dati sono straordinari….quando le idee che camminano su gambe forti prendono voti è un’intera città che vince….adesso, davvero, con questa squadra, facciamo vincere Belluno !!!

  3. Facciamo vincere Belluno! Votiamo Claudia Bettiol!

  4. mi tocca ammettere che il PD si sta rinnovando: continuate cosi e vi voteremo in massa ragazzi!

  5. ma è vero che se vince Massaro entrano De Col, Rasera Berna, Orso Grigio e Balcon?

  6. Luigino, è vero.

  7. non avete mica ancora vinto eh.
    Avete qualche giorno di tempo per dimostrarvi ….meglio?meno peggio? .. cambia niente… del gruppo Massaro. Stupiteci con le vostre idee innovative sulla gestione concreta del comune (chi farà cosa per che cosa e come). Non preoccupatevi, nonostante quanto alcuni di voi hanno sostenuto o fatto capire in campagna elettorale, siamo anche capaci di ragionamenti sofisticati nonchè di comprenderli.
    Dai, vi prego, stupiteci.

  8. Anche Fabio Bristot detto Rufus.

  9. E Orlando Dal Farra.

  10. eheheh…ne avete anche voi…..di buoni. Devo rispolverare qualche parabola?

  11. Parabola? Sei un sacerdote?

  12. non litigate parliamo di chi entra che è più interessante… 7 giovani del PD contro una di Massaro 2 ex vecchi nel Pd contro 7 ex vecchi se vince Massaro? ho capito bene?

  13. non litigate parliamo di chi entra che è più interessante;7 giovani del PD contro una di Massaro 2 ex vecchi nel Pd contro 7 ex vecchi se vince Massaro? ho capito bene?

  14. Se vince Massaro entreranno di sicuro Celestre Balcon, Silvano Serafini detto Orso Grigio, Ermano De Col, Fabio Bristot detto Rufus, Orlando Dal Farra, Francesco Rasera Berna più gli ex (saranno veramente ex?!) PD Tomaso Zampieri, Simonetta Buttignon, Biagio Giannone, Lucia Olivotto. Spero di non aver dimenticato qualcuno!

  15. Lorenzo Bortoluzzi ha già dichiarato che voterà Massaro, perché la Bettiol “è figlia di chi ha governato per 20 anni questa città lasciandola nelle difficoltà in cui l’abbiamo ereditata”. Evidentemente ignora che Massaro sia in politica dal 1994 e che fra i suoi assessori ci saranno molto probabilmente quegli stessi figli di chi ha governato Belluno per 20 anni… Che coerenza!

  16. Evidentemente Lorenzo Bortoluzzi non ricorda che Ermano De Col è stato sindaco di Belluno dal 2001 al 2006!

  17. E non ricorda che nel 1993 Massaro si candidò come consigliere comunale nella lista Alleanza di Progesso di Fistarol!

  18. ah non sapevo queste cose….. ma perchè Massaro non prende le distanze da queste persone qua?perchè ha accettato di candidarsi a queste condizioni?

  19. Forze nuove! Partite autolodandovi, dicendo che rappresentate un modo nuovo di intendere la politica e poi finite nell’unica cosa che vi riesce bene: parlare male degli avversari. Avrete anche idee nuove ma i vizi mi sembrano quelli vecchi.

  20. 11.Lino maggio 11th, 2012 12:22
    Se sono un sacerdote?
    perchè?
    tu sei un moccoletto?

  21. Ben vengano i giovani,
    ma penso non sarà semplice.
    Buona fortuna

  22. Paolo Perin, ti ho chiesto se sei un sacerdote perché hai chiesto se dovevi rispolverare qualche parabola!

  23. Luigino, Massaro si è candidato a queste condizioni perché evidentemente gli va bene così!

  24. Piero, come già detto più volte, io parlo da libero cittadino, non iscritto ad alcun partito e non candidato in nessuna lista.

  25. Sono solo un giovane cittadino che crede in Claudia Bettiol, nella sua squadra e nel suo programma.

  26. A proposito di nuovo: qualcuno vuole ricordare chi era vicepresidente della provincia (bettiol) quando l’Aato (sotto la responsabilità della provincia presieduta da reolon) ha fatto finta di non sapere e vedere che le tariffe dell’acqua andavano aggiornate? Una cecità di cui si pagano ora le conseguenze.
    Alè, giovani del pd, qualcuno ve l’ha detto che la bettiol era lì?

  27. A me sembra che chi sostiene Bettiol parli delle incongruenze degli avversari. Cioè il fatto che nonostante si voglia il rinnovamento, nella maniera più radicale, ci si sia ancora attaccati alle buone vecchie macchine porta-voti. Mentre chi sostiene Massaro non fa altro che rinfacciare alcune cose accadute in passato con l’intenzione di fare intendere agli elettori che per forza succederanno di nuovo e che quindi bisogna puntare alle presunte facce “nuove”.

    La verità è che nessuno dei due schieramenti può pretendere di avere solo facce nuove: si amministra meglio (si ingrana meglio direi) se c’è qualcuno che è già esperto, per poi dare l’opportunità ai giovani amministratori di diventare veramente competenti. Però questi giovani amministratori devono esserci! Non la totalità altrimenti si rischia di rimanere fermi e perdere tempo a svolgere il programma, ma una parte deve esserci.

    Il bello è che nel PD questi candidati giovani sono stati votati, e hanno preso tante preferenze, per essere la loro prima esperienza politica. Posso assicurarvi che i voti li hanno presi da soli, grazie esclusivamente al loro impegno.

    Spesso il rinfacciare esperienze passate del leader avversario per demolire l’intera coalizione funziona, ma solo se questo leader è la personalità chiave per cui tutta la baracca resta in piedi. Con noi non è così: c’è la squadra che lavora accanto al candidato sindaco. Dove Claudia è debole noi siamo forti. Voi potete dire quello che volete su Claudia, ma finché c’è questa squadra che lavora, io credo veramente che potrà fare molto per Belluno.

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.