Sunday, 22 October 2017 - 15:37

Jacopo Massaro: “Puntare all’ambiente grazie ai contributi europei, con Belluno crocevia delle piste ciclabili

Mag 2nd, 2012 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore

Dati per fondamentali il risparmio energetico attraverso l’utilizzo di fonti alternative, a partire dal fotovoltaico, e la volontà di migliorare ancor più il sistema di riciclo dei rifiuti, il Comune deve agire a favore dell’ambiente, approfittando dei contributi garantiti dai fondi europei, troppo spesso inutilizzati.

“L’ambiente è una sicura opportunità turistica, per questo deve essere difeso e valorizzato – premette Jacopo Massaro – in un momento di difficoltà come quello che stiamo passando, non possiamo non usufruire dei numerosi finanziamenti messi a disposizione dalla Comunità europera, come già evidenziato per il progetto di recupero delle zone prative abbandonate nelle frazioni”.

In un’ottica di sostenibilità, Belluno deve diventare crocevia delle piste ciclabili: “La città dev’essere il centro nevralgico di incontro delle piste ciclabili dei comuni limitrofi, di quelle esistenti e di quelle in via di realizzazione – sottolinea il candidato sindaco, portavoce della giovane lista In movimento, impegnata in questa direzione – lo snodo per chi si muove in bicicletta verso il Cadore, o verso il Trevigiano, passando per Feltre e l’Alpago e va recuperata la rotta con Monaco di Baviera, da sempre capoluogo del cicloturismo. Belluno deve diventare nuova meta per chi ci visita e città sostenibile per chi ci vive”.

Nelle frazioni va incentivata la manutenzione ambientale, favorendo il mantenimento e lo sviluppo delle pratiche agricole con un duplice obiettivo: la cura del territorio e la produzione di qualità.

Dice Jacopo Massaro: “E’ mia intenzione recuperare la zona del lungo Piave, trasformandola in un palcoscenico culturale e in un’area per il tempo libero. Voglio inoltre ripulire la spiaggia di Lambioi, intervento copiato da tutti che invece, ne va dato atto, è stato laciato per la prima volta dal Patto per Belluno, lista che mi appoggia. Per quanto riguarda il Nevegal, va assolutamente limitata la speculazione edilizia, evidenziandone invece la funzione di palestra sportiva all’aria aperta in tutte le stagioni”.

Un’ultima considerazione importante meritano infine il Parco e le Dolomiti patrimonio dell’umanità. “Ad oggi il valore dato da realtà di prestigio quali il Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi e il riconoscimento alle Dolomiti nell’Unesco è stato totalmente sottostimato – aggiungono i candidati della lista In movimento – una politica lungimirante impone di partire proprio da queste realtà per promuovere il ruolo e la visibilità di Belluno, anche a livello internazionale. Il Comune deve avviare una forte sinergia con i due enti, avviando progetti concreti per l’affermazione della cultura dell’ambiente e della sostenibilità”.

Share

9 comments
Leave a comment »

  1. Basta con sta CAZZATA del “valorizzare” l’ambiente, l’ambiente ha già valore, non se n’è accorto, candidato sindaco Massaro? O usa le parole a caso come i politici che parlano di spending review, per apparire professionale? Apparire, ecco.

  2. Valorizzare: aumentare il valore economico di qualcosa. Dizionario Zanichelli.

  3. Quindi per Massaro e soci un prato ha valore zero finché non c’è sopra un condominio. Avanti così!

  4. un prato a valore zero se è tenuto male, lasciato a se stesso e libero di fare fiorire piante di siringhe. o magari vuole dire abbiamo un ambiente, quello delle dolomiti di tale importanza che è un peccato non “usarlo” per portare turismo a belluno?

  5. Per chi crescono i fiori a primavera?

  6. Brutto trip questa sera sig.ino Soppelsa? O è forse la tensione di fine campagna… elettorale?

  7. Un po nervoso questo sigg soppelsa forse massaro per valorizzare intende cose come questo: http://www.bellunopress.it/2012/04/18/il-progetto-a-costo-zero-di-massaro-per-il-recupero-dei-prati-abbandonati/ mi sembra interessanteecomunque piu concreto di tanta cazzate (per dirla con soppelsa) di altri

  8. In bocca al lupo a Massaro e squadra. Avremo ancora bisogno di dispensatori di zucchero sintattico e di retorica con le ragnatele 🙂

  9. Un prato, se nessuno lo guarda, non ha nessun valore (almeno per gli umani). Una cosa e’ rovinare altro migliorare. Senza l’intervento umano al posto di Belluno ci sarebbe un bel bosco, Soppelsa sarebbe più’ felice ma dubito sopravviverebbe un solo giorno.

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.