Tuesday, 2 September 2014 - 13:32

Il 25 aprile del Comitato acqua bene comune. Domenica a Rai Tre, rubrica “C’è chi dice no” parlerà di fiumi, laghi, lotte bellunesi

apr 26th, 2012 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

“Tre anni fa , con la scelta consapevole e valoriale del 25 aprile, partiva la nostra “petizione” popolare per la gestione partecipata e sostenibile dell’acqua”. Lo ricorda in una nota il Comitato acqua bene comune.

“Da allora – prosegue la nota –  abbiamo ottenuto alcune importanti vittorie, aperto molte vertenze territoriali e soprattutto esteso e consolidato una comunità attiva e coesa intorno alla nuova democrazia dei beni comuni. Non sono però i risultati quantitativi, pur assai significativi che vanno oggi rimarcati, quanto la qualità delle competenze e dei saperi che si sono diffuse tra le nostre comunità intorno a questi temi, il riconoscimento sempre più collettivo degli straordinari valori naturali, sociali e culturali di questi territori, la reciprocità e la mutualità cresciuta tra tanti comitati, associazioni, organizzazioni, enti, intorno a singole mobilitazioni locali e diverse e più ampie iniziative di democrazia partecipativa e referendaria.

In sintesi stiamo cercando di costruire dal basso un progetto di futuro desiderabile per queste terre in grado di collaborarare con la natura e di favorire convivialità e fraternità le queste popolazioni.

Un progetto che è un processo, un viaggio che ci auguriamo lungo fertile in avventure, gioie ed esperienze condivise.

Due significative tappe a breve:

Domenica 29 aprile trasmissione Report Rai tre, rubrica “C’è chi dice no” si parlerà di fiumi, laghi, lotte bellunesi…

Martedì 1 maggio ore 12 Valle del mis località ponte Titele conferenza stampa, picnik e tante sorprese per festeggiare i lavoratori, i beni comuni e non i lavori della valsabbia…

 

 

 

Comitato Acqua Bene Comune

2 comments
Leave a comment »

  1. di seguito vi posto il link col comunicato di Acqua Bene Comune e il video dei primi lavori in Val del Mis,

    http://bellunopiu.it/?p=1853

    ciao.

    lorenz

  2. Impotenti, ci si sente impotenti, quando vedi che le regole (Parco, Circolazione stradale ecc) valgono solo per i normali cittadinii e per i grandi ci sono le deroghe. Negli anni 90 un buon numero di cittadini che manifestavano per l’apertura della strada del MIs ( dopo 30 anni) sono stati trascinati in tribunale con l’accusa, poi risultata infondata, di blocco stradale. Oggi nella progredita Italia un privato può venire a farsi gli affaracci suoi, prendersi territorio e acqua gratis, e chiudere una strada pubblica per mesi. Per cosa hanno combattutto quelli che abbiamo festeggiato il 25 aprile?

Scrivi un commento