Sunday, 8 December 2019 - 04:50
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Statuto veneto. Lista Civica Ida Bortoluzzi: «Un assessorato alla specificità»

Apr 25th, 2012 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

«Un assessorato dedicato alla specificità bellunese e alle frazioni che rappresentano un insieme di specificità». E’ la proposta formulata dai candidati della Lista Civica Ida Bortoluzzi dopo l’allarme lanciato, nei giorni scorsi, dagli industriali bellunesi. «Con la Provincia azzerata – convengono i candidati – sarà più difficile dare seguito all’articolo dello Statuto Veneto che riconosce le peculiarità di un territorio interamente montano come quello bellunese, ma la sfida è proprio questa».

«Abbiamo finalmente l’occasione – dichiara Demetrio Marcomini – per dimostrare che siamo capaci di fare squadra: agordini e cadorini, feltrini e bellunesi insieme per l’autogoverno del territorio. Dato che ci sarà il rischio di andare in ordine sparso, il Comune di Belluno deve convergere e farsi garante delle proposte che arrivano dal territorio e per farlo deve assumere il ruolo di ente capofila. Dobbiamo essere propositivi – conclude Marcomini – e non aspettare che la Regione ci indichi come attuare la nostra specificità».

«L’auspicio – aggiunge Giancarlo Ingrosso – è di spronare anche gli altri Comuni a creare al loro interno un assessorato o quantomeno delle aree dedicate alla specificità. Il capoluogo deve assumere giocoforza un ruolo di leadership per l’intera provincia, senza volersi avocare in esclusiva questo compito, ma con l’intento di dare nerbo alle istanze locali e di dare al territorio una rappresentatività più forte. E’ arrivato il momento di attuare la fase due: convogliare le idee, fare la giusta lobby sulla Regione e tramutare in progetti concreti la tanto agognata specificità. Per portare in porto la nave serve un capitano. Il viaggio è appena cominciato», conclude Ingrosso.

 

 

 

Share

One comment
Leave a comment »

  1. Finalmente!

    Ma il primo passo è garantire l’esistenza della Provincia di Belluno: senza Provincia le deleghe dello Statuto non si possono trasferire.

    Ed una provincia divisa su 3 o 4 aree ci porterà a non contare più NULLA a Venezia e Roma.