Tuesday, 21 January 2020 - 02:35
e-mail: redazione@bellunopress.it – direttore responsabile: Roberto De Nart

Meeting scuole in rete e campagna elettorale: il pensiero di noi studenti

Apr 24th, 2012 | By | Category: Lettere Opinioni, Prima Pagina

Giovedì 19 aprile presso il teatro Giovanni XXIII c’è stato il Meeting delle scuole in rete per un mondo di solidarietà e pace, dove grandi relatori come Alfio Curcio di Libera, hanno raccontato molti giovani presenti delle varie scuole di Belluno, che vale la pena conoscere, riflettere, impegnarsi per il nostro territorio. I rappresentanti dei vari istituti si sono alternati per presentare quali attività sono realizzate a Belluno dalle scuole in rete, progetto che coinvolge tantissime realtà: dalle associazioni di volontariato, ai genitori e alle istituzioni.

Alle 12 siamo andati tutti in piazza per unirci alla consulta provinciale e realizzare la scritta “Libera” ricordando il viaggio a Genova fatto, il 17 marzo, per partecipare alla marcia contro la mafia, ma abbiamo avuto un’inaspettata sorpresa.

Il sindaco, Antonio Prade, è venuto a salutarci, a dare la mano a ciascuno di noi. Un gesto che ci ha davvero lasciato di stucco considerato che in 5 anni di scuola non l’avevamo mai visto. Sul suo fantastico libro, tra l’altro, ha scritto che c’è stata una convenzione tra Comune e le scuole in rete, che, in realtà, abbiamo saputo, non è mai stata firmata.

Con noi studenti prima di essere in campagna elettorale non si è mai fermato a parlare. Se è questa la politica, se questo è l’ascolto, se così si dà credito alle giovani generazioni, noi non vogliamo starci. Quello che davvero serve alla nostra città è un sindaco in grado di relazionarsi con i giovani lungo tutto il periodo del suo mandato, in grado di trasmettere i valori di una comunità civile attiva, di essere un esempio, ma non del lato peggiore della politica. Chiediamo d’ora in poi di essere considerati sempre come risorsa, come potenziale, non vogliamo essere strumentalizzati mai più in funzione di una campagna elettorale.

Nicole, Elis, Sabrina e Giada dell’istituto “T.Catullo”.

Share

2 comments
Leave a comment »

  1. Giovani e svegli.

  2. ottima combinazione per il futuro della città.