Sunday, 8 December 2019 - 04:22
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Claudia Bettiol: “Siamo l’alternativa seria a una giunta che nasconde i conti”

Apr 24th, 2012 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore

Claudia Bettiol

“La mia amministrazione dirà a tutti cosa intende fare e quanto può spendere. Si chiama bilancio. La giunta uscente non lo sa o non lo può scrivere. Siamo all’epilogo di una stagione contrassegnata dai conflitti nella giunta, nella maggioranza e oggi, tristemente, assistiamo anche alla contrapposizione tra il sindaco e chi lavora per far funzionare l’ente. Occorre uscire presto da questa situazione, restituendo alla città l’amministrazione che merita”. Claudia Bettiol interviene così sul tema del bilancio, sollecitata dallo stesso sindaco che dopo aver sforato il patto di stabilità si accinge a portare in consiglio comunale il consuntivo 2011 a una settimana dal voto amministrativo.

E di economia generale e cittadina si è parlato anche nel confronto tra candidati organizzato dalla Cgil al teatro Comunale. Da parte di tutti i candidati, compreso il vicesindaco Colle, è emersa la critica al sindaco per il tener nascosti i conti dell’ente, impedendo di quantificare con precisione il disavanzo e rendendo impossibili ragionamenti dettagliati ad esempio sulla fiscalità. “Il nostro obiettivo sarà modulare l’Imu per tutelare le fasce deboli e dare respiro all’economia – spiega Bettiol – mentre il sindaco uscente promette meno tasse per tutti, ma se realmente avesse voluto che non fosse solo una promessa al vento e se davvero i conti fossero in ordine avrebbe potuto scrivere il bilancio inserendo le aliquote minime per tutti. E’ l’ennesima bugia”.

Contrapposta anche la visione sui servizi sociali. Prade punta sul disimpegno dell’ente pubblico e sul delegare al volontariato, arrivando a dire “abbiamo troppi anziani da mantenere”. Per Claudia Bettiol invece “non bisogna lasciare nessuno indietro”: “Ser.Sa va resa stabile, liberandola dai vincoli che mettono a rischio un eccellente lavoro durato anni. Vanno potenziati i servizi a domicilio per gli anziani e dobbiamo anche tutelare, anche con una fiscalità adeguata, i disabili e le loro famiglie”.

Share

17 comments
Leave a comment »

  1. Su Prade c’è ben poco da dire. Ha già fallito. Se, per puro caso, arriva al ballottaggio, perde contro Massaro o Bettiol. La scelta vera è tra la innovazione proposta da Massaro e le liste civiche che lo sostengono oquella di Bettiol ed i partiti che la propongono. La novità mi sembra Massaro. Anche Lanari ed il suo M5S è una cosa nuova ma sembra difficile possa arrivare al ballottaggio.

  2. Quello che fa specie, di Claudia Bettiol, e’ quanto si prende sul serio!! Ieri sera, al comunale, aveva la bava alla bocca. Secondo me ha bisogno di uno psicologo/psicologa. Divo sul serio!!!! Inadeguata personalmente prima ancora che politicamente…

  3. L’attenta, saggia, rispettosa e utile analisi politica di Valballa.

  4. mi vorrei distinguere dal mio omonimo 🙂 la vera novità è non tanto Claudia Bettiol quanto la grande quadra che le liste le hanno messo a disposizione….ragazzi bravi e preparatissimi….hanno tra l’altro mandato avanti loro con personaggi importanti come la Serracchiani…ho intravisto un grande futuro per questa città !! all’inizio anch’io credevo che Massaro potesse essere davvero l’alternativa…quando ho visto Orso Grigio candidato a suo sostegno (uno che va ad abbracciare Zaia con la scopa) sono rimasto sconcertato !! innovazione con De Col, Rasera Berna e…Orso Grigio ??? se i primi due sono stimatissimi concittadini che apprezzo l’ultimo suggerisce che una città governata da questa accozzaglia sarebbe in preda alla schizzofrenia…peccato…nascondersi dietro le civiche è una mossa furba, basta non essere sgamati…mi sa che Massaro non c’è riuscito..

  5. Orso Grigio che offre una scopa verde a Zaia perchè faccia (metaforicamente) pulizia nella Lega mi pare un atto di coerenza e coraggio da parte di una persona che ha abbandonato la Lega proprio per quei motivi. Su Bettiol e la sua lista non ho proprio niente da dire. Immagino siano tutti bravi. Il punto è un altro. Se un domani un governo appoggiato dal PD applica una tassa (tipo IMU) cui i comuni decidono di ribellarsi, cosa fa Bettiol con i suoi consiglieri? Si schiera con il suo comune o con il suo partito? La risposta sembra facile ma finora non lo è stata.

  6. L’Imu è un’imposta decisa dal Governo Berlusconi, con il sostegno della Lega, nel 2011. Il Decreto Salva Italia ne ha anticipato l’applicazione di 2 anni, dal 2014 al 2012 per evitare che i comuni chiudano.È una scelta dettata dall’emergenza sui conti pubblici che il Governo Monti ha ereditato dal passato.Il comune può solo modularla in base al reddito , come anche l’addizionale cosa che oggi non avviene perchè Prade ha deciso che deve essere lo 0,7 % per tutti , dal poveraccio al milionario.Altro aspetto è la mancanza di chiarezza sul bilancio comunale e eventuale entità del buco.

  7. Valballa, secondo me hai bisogno di un oculista!

  8. Non discuto sulle buone intenzioni ma il fatto che i sindaci dipendano in qualche modo (scelta del candidato sindaco e dei consiglieri) da partiti che hanno interessi in sedi sovracomunali è stato e sarà un problema più che una opportunità. Sarebbe molto meglio, a mio avviso, se le forme associative che determinano la politica locale fossero totalmente separate da quelle che operano a livelli diversi. Vorrei poter aderire ad una entità politica che si occupa solo di questioni comunali o, al più, provinciali, in forma esclusiva e non interverrà mai, con candidature od altro, ad elezioni di livello superiore. Poi ognuno, singolarmente, potrà operare in partiti od altro che si occupano della politica nazionale. Sembra difficile ma solo perchè siamo abituati male. Se non si arriva a qualcosa di simile, la tanto sbandierata democrazia che parte dal basso resterà una chimera perchè sarà schiacciata da chi sta sopra.

  9. Giovanni, “le rilevazioni online del Gazzettino non hanno un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l’unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità”.

  10. Tu a quale sondaggio online ti riferivi? Sai, è facile per il Movimento Cinque Stelle attaccare tutto e tutti: quanti presidenti di regione, presidenti di provincia e sindaci del Movimento Cinque Stelle ci sono in Italia?

  11. Chi non ha mai governato non ha mai sbagliato!

  12. Se non cercate poltrone cosa ci fa Lanari candidato sindaco?!

  13. Il fatto è questo: se non cercate poltrone (l’hai scritto tu stesso), perché avete un candidato alla poltrona di sindaco?

  14. Tu prima hai scritto: “non cerchiamo poltrone vogliamo essere portatori di idee proposte per migliorare il paese e la città”. Per me chi non cerca poltrone non cerca cariche di alcun tipo!

  15. Comunque dicendo “non sparare cazzate” hai dimostrato di essere uguale agli altri: e meno male che voi grillini vi considerate diversi dagli altri!

  16. Ribadisco che chi non ha mai governato non ha mai sbagliato!

  17. Ma perchè Piero bis non rivolge il termine accozzaglia davanti allo specchio? o almeno abbia il coraggio di dare le proprie generalità