Sunday, 8 December 2019 - 04:23
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Invensys: cresce la preoccupazione. Ida Bortoluzzi: «Queste persone rischiano di rimanere senza lavoro e senza pensione»

Apr 23rd, 2012 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Belluno, 23 aprile 2012 _ Cresce la preoccupazione per il futuro delle lavoratrici e dei lavoratori dello stabilimento Invensys di Belluno. Questa mattina, Ida Bortoluzzi ha partecipato alla civile e composta manifestazione di protesta che le maestranze hanno tenuto davanti alla fabbrica.

«Diverse donne raccontano le loro preoccupazioni di madri e mogli», riporta Bortoluzzi, «da un lato il lavoro che manca sempre più, con un’azienda che fa di tutto per non fare chiarezza sulle proprie reali intenzioni, dall’altro il traguardo della pensione che si allontana. In mezzo i figli, spesso ancora da crescere».

Il delegato della Fiom ha spiegato a Bortoluzzi come gli operai in pochi anni siano stati decimati. Superavano le 1.100, oggi arrivano a stento a 170. La produzione è infatti stata spostata a Spalato, in Croazia, e i pezzi arrivano a Belluno solo per il controllo di qualità.

«C’è di fatto un lento declino di questa azienda», spiega Ida Bortoluzzi. «Ma la cosa più grave è che centinaia di persone e le loro famiglie vengono lasciate completamente all’oscuro rispetto a quale potrà essere il loro futuro. Molte lavoratrici raccontano di famiglie che non arrivano a uno stipendio, tante hanno il marito che fa lavoretti saltuari, ormai precari a tempo pieno, ma con i figli ancora non autosufficienti».

«Il rischio maggiore», conclude Ida Bortoluzzi, «è che queste persone si ritrovino senza lavoro e senza pensione. Gran parte dei lavoratori hanno un’età tra i 50 e i 60 anni e quasi tutti hanno superato i 35 anni di contributi, ma la riforma Fornero li obbliga a lavorare fino a 65 anni».

Tuttavia, la città non sembra particolarmente interessata alla sorte di decine di lavoratori e alle loro famiglie. Purtroppo, all’incontro di questa mattina Ida Bortoluzzi era l’unico candidato sindaco presente.

Share

One comment
Leave a comment »

  1. ho lavorato fino al 2008 quando ci sono stati massicci incentivi per ridurre il personale.Alcuni hanno aprofittato altri sono rimasti tranquilli nonostante sapessero benissimo che il timer elettromeccanico era gia’ praticamente morto.Sincermente piangere adesso e bloccare il traffico mi fa sinceramente ridere a fronte di un’azienda che dava 22 dicasi 22 mensilita’ per licenziarsi…….