Sunday, 8 December 2019 - 05:48
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Diciotto punti di irregolarità non stupiscono Prade: “Si tratta di controlli di ordinaria amministrazione”

Apr 23rd, 2012 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

“Si tratta di controlli di ordinaria amministrazione, a cui sono sottoposte periodocamente tutte le amministrazioni pubbliche e che hanno interessato anche le amministrazioni che mi hanno preceduto, con risultati ben più seri e gravi di quelli che sono pervenuti oggi a Belluno” è il laconico commento del sindaco Antonio Prade ai rilievi mossi dall’ispettore del ministero delle Finanze e inoltrati agli organi di vigilanza quale la Corte dei conti di Venezia e Roma.

Diciotto punti di irregolarità, insomma, sono poca cosa per il sindaco uscente. Un atteggiamento che ricorda molto quello del suo leader Berlusconi, che in piena crisi economica rassicurava il popolo italiano dicendo che i ristoranti erano tutti prenotati e non si trovava un volo libero. Abbiamo visto dopo com’era la situazione, con l’arrivo di Monti che ha presentato il conto agli italiani (banchieri e parlamentari esclusi, s’intende).

“Dico ai mei cittadini di non preoccuparsi: il bilancio è sotto controllo – assicura Prade – , nonostante le continue speculazioni politiche sull’argomento, e sarà mio impegno riprendere quei collaboratori che non hanno lavorato bene”.

Share

6 comments
Leave a comment »

  1. E quali sarebbero questi collaboratori che non hanno lavorato bene?!

  2. Prade assomiglia sempre di più a Berlusconi!

  3. Ovviamente tutti quelli che hanno una carica politica o sono legati al centrodestra sono assolti!

  4. Giornalismo vero, tutto questo…

  5. Sono sempre i soliti con le solite risposte. Abbiamo sbagliato? Domani faremo meglio! Il giudizio è su quello che il sindaco ha fatto fino a ieri e non quello che promette di fare domani. Se, per cinque anni, il sindaco Prade non ha saputo o voluto fare niente per impedire l’enorme debito di oltre 70 milioni di euro sul servizio idrico anzi, molto probabilmente lo ha determinato con il suo voto, perchè dovrei credere che domani saprà fare meglio? Non deve promettere che domani allontanerà i dirigenti incapaci, doveva farlo ieri senza aspettare l’avviso della Corte dei Conti o gli allarmi di qualche dirigente che, probabilmente va sulla stampa proprio perchè non trova ascolti da parte della politica.

  6. Prade ragione come se non fosse al governo della città dal 2007. Se c’erano dirigenti incapaci, non gli sono bastati 5 anni per allontanarli?!