Sunday, 8 December 2019 - 04:42
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Progetto per 10 abitazioni nell’area agricola di Col Cavalier: l’interrogazione di Francesco Rasera Berna

Apr 16th, 2012 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Esisterebbe un progetto per edificare dieci abitazioni nell’area agricola e vincolata sul versante est di Col Cavalier, in forza del “Piano casa”.

Francesco Rasera Berna

A chiedere notizie su tale “voce insistente”, è il consigliere di opposizione Francesco Rasera Berna attraverso un’interrogazione presentata quest’oggi al sindaco Antonio Prade, al presidente del consiglio comunale e al presidente della II^ commissione. 

Ecco il testo dell’ interrogazione a risposta scritta

Al sig. Sindaco, al presidente del consiglio comunale, al presidente della seconda commissione

Il sottoscritto consigliere comunale

Premesso che circolano voci insistenti circa la presentazione nei competenti uffici comunali di un progetto per l’edificazione di una decina di immobili di civile abitazione sul versante est del Col Cavalier in area agricola e vincolata dai beni ambientali

Il progetto prenderebbe spunto dall’esistenza in loco di alcuni volumi dismessi e degradati, già facenti parte del patrimonio di impresa a suo tempo fallita, presenti in prossimità dell’incrocio di Vallina

Utilizzando le norme del”piano casa”, il volume esistente (calcolato, sembra, senza esclusione dei cospicui volumi interrati e dei manufatti precariamente realizzati) verrebbe raddoppiato e ricollocato sull’intero versante est del Colle, che risulterebbe così lottizzato e cementificato una volta per tutte

La zona presenta indiscutibili valenze rurali e ambientali ed è stata oggetto di specifico studio ambientale (commissionato da provincia e Comune di Belluno) in occasione della progettazione della variante di Col Cavalier della strada provinciale n.1 (cd passante di Col Cavalier) che l’ha definita come avente ”l’aspetto più tipico dell’ambiente rurale della Valbelluna ed è stata uno dei motivi per cui è stato realizzato un tunnel più lungo

Detta zona è dunque stata specificamente tutelata, visto il suo valore, in occasione della progettazione della variante alla viabilità

Oggi l’intervento che pare ipotizzarsi sembrerebbe invece avere effetti assai pesanti proprio su questo già riconosciuto patrimonio ambientale

Alla luce di quanto sopra, oltre a rendersi ancora più evidente la necessità di precisa regolamentazione dell’applicazione del piano casa nel nostro Comune (regolamentazione cui finora questa amministrazione ha rinunciato) , risulta più che opportuno sottoporre il progetto all’esame della competente commissione consiliare per verificarne l’impatto e la compatibilità

Tanto premesso

Il sottoscritto consigliere interroga il sindaco e l’assessore competente per sapere:

1)se la notizia corrisponda al vero

2)se questa amministrazione conosca e condivida il progetto

3)se questa amministrazione ritenga di sottoporre il progetto all’esame della competente commissione

Chiede

In ogni caso che la commissione venga riunita per l’esame del progetto

Belluno,16 aprile 2012

Francesco Rasera Berna – consigliere comunale

Share

One comment
Leave a comment »

  1. Non credo sia Prade il progettista o committente. Interrogazione sacrosanta, ma come per Levego&Co. se dal punto di vista normativo (ricordo che ultimamente va di moda legiferare in deroga agli strumenti urbanistici) é “all-right” altro non rimane che indignarsi e protestare, almeno per il momento. Penso allo sconforto del cittadino comune che non può nemmeno farsi il cappotto alla casa in area vincolata senza passare per le Colonne d’Ercole e fare ritorno che poi ci vede sorgere 10 villette autorizzatissime. Non lamentiamoci di abusi e scempi se poi passa il messaggio che per qualcuno le regole sono più uguali che per altri. Vedremo.

    Arch. Enrico Bortoluzzi
    Candidato Partito Democratico