Monday, 9 December 2019 - 22:28
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Blitz nella notte a Tambre dell’associazione 100% animalisti in difesa dei cervi del Cansiglio

Apr 13th, 2012 | By | Category: Cronaca/Politica, Meteo, natura, ambiente, animali, Prima Pagina

Nella notte tra il 12 e 13 aprile, militanti dell’Associazione Centopercentoanimalisti hanno affisso sui muri della casa di Tambre d’Alpago dove sabato 21 si terrà il convegno manifesti anticaccia e uno striscione ironico nei confronti dell’assessore regionale Stival.

“La Foresta del Cansiglio ospita molti Animali liberi, tra cui 3000 Cervi. – spiega una nota stampa dell’associazione animalista –  Questa ricchezza naturale dà fastidio agli speculatori della zona, che, supportati dai cacciatori sempre pronti ad uccidere, spingono perché i Cervi vengano ridotti a 1400. Il piano di abbattimento è già pronto, e punta sull’eliminazione soprattutto delle femmine, anche incinte o con Cuccioli, per contenere la popolazione. Nella zona viene praticato l’allevamento di Mucche, di Cavalli e di Ovini. Secondo alcuni imprenditori locali, i Cervi recherebbero “gravi danni” ai pascoli e ai prati. Perciò vanno eliminati, per salvaguardare il guadagno di pochi.

E’ chiaramente un pretesto – si afferma nella nota dell’associazione –  , i Cervi restano nella foresta (è il loro ambiente) e solo occasionalmente si spingono ai margini dei prati: e perlopiù in inverno, quando le Mucche non pascolano.  Ma non importa: le associazioni venatorie hanno raccolto la palla al balzo, e non vedono l’ora di iniziare il massacro, in una zona dove la caccia è vietata da sempre.  Di questo vogliono discutere politici, allevatori, veterinari nel convegno di sabato 21 aprile a Tambre d’Alpago (Belluno). A tenere le fila sarà l’assessore regionale alla caccia, Stival, ben noto come protettore dei privilegi dei cacciatori.

CENTOPERCENTOANIMALISTI – conclude la nota – si oppone a questo ennesimo eccidio di creature innocenti”.

 

 

Share

Comments are closed.