Monday, 9 December 2019 - 23:06
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Massacro di cervi in Cansiglio, lo sterminino inizierà subito dopo la Pasqua. Zanoni: “Uccisioni inutili e barbare, anche di femmine gravide che verranno effettuate dalle Guardie Venatorie e dal Corpo Forestale dello Stato, per l’ingordigia a fini di lucro dei ristoratori locali”

Apr 5th, 2012 | By | Category: Cronaca/Politica, Meteo, natura, ambiente, animali, Prima Pagina

Veneto Agricoltura, insieme alle Province di Treviso e Belluno, la Regione Veneto, la Regione Friuli Venezia Giulia, il Corpo Forestale dello Stato e l’Istituto Zooprofilattico delle Venezie, hanno approvato il piano di abbattimento dei cervi del Cansiglio.

A detta di Veneto Agricoltura, infatti, la popolazione dei cervi è aumentata a dismisura e per questo ne ha autorizzato l’uccisione che partirà subito dopo Pasqua, senza considerare altre alternative come il trasferimento per popolare zone e parchi protetti dove questa specie è scarsamente presente.

La carne dei poveri animali verrà venduta solamente ai ristoranti e agli agriturismi della zona, che potranno così lucrare sulla morte inutile di questi animali, in un periodo – quello primaverile – solitamente inconsueto per ottenere carne di cervo.

“Tutti devono sapere che sarà una macelleria a cielo aperto” dice Andrea Zanoni, europarlamentare IDV “Sarà una vera e propria mattanza legalizzata all’interno di una foresta demaniale, dove da sempre è vietata la caccia”.

“In questo periodo, inoltre, sono presenti soprattutto femmine gravide che verranno uccise inutilmente. È una cosa orribile: con un solo proiettile porranno fine a due vite, quella della madre e del suo cucciolo” continua Zanoni “Si tratta di uccisioni inutili e non giustificate, che verranno effettuate dalle Guardie venatorie e dal Corpo Forestale dello Stato, per l’ingordigia a fini di lucro dei ristoranti locali”.

“Mi chiedo cosa ne pensano i Ministri Clini e Catania ed il Capo del Corpo Forestale dello Stato di tutto ciò, dato anche che quest’ultimo mette a disposizione i suoi uomini “custodi della natura” per perpetrare queste uccisioni” continua Zanoni “Oggi ho inviato loro una lettera sulla situazione, informandoli su cosa sta accadendo in Cansiglio e chiedendo un loro immediato intervento. A breve presenterò un’interrogazione alla Commissione Europea, perché ritengo violata la Direttiva UE Habitat 92/43/CEE, considerato anche che il Cansiglio è un Sito di Importanza Comunitaria”.

Share

One comment
Leave a comment »

  1. Sempre altri che decidono nel nostro territorio
    Sempre altri che giudicano le decisioni prese sul nostro territorio