Tuesday, 21 January 2020 - 01:55
e-mail: redazione@bellunopress.it – direttore responsabile: Roberto De Nart

Mancata rivalutazione del Fondo per la non autosufficienza. Bressan: “A rischio gli interventi a domicilio”

Apr 4th, 2012 | By | Category: Prima Pagina, Sanità

Renato Bressan

“Il 22 Marzo scorso la Regione veneto ha approvato in via definitiva il bilancio regionale per il 2012. Nonostante le continue preoccupazioni in merito al destino della Legge 30 del 2009 istitutiva del Fondo per la non autosufficienza che abbiamo avuto modo di esprimere unitariamente durante gli incontri con l’assessore regionale ai servizi sociali Remo Sernagiotto, ci troviamo di fronte ad un vero e proprio svuotamento della Legge stessa”. Lo afferma il segretario generale Spi-Cgil Belluno Renato Bressan.

“Infatti – prosegue Bressan – , la previsione di finanziamento di 750 milioni per la non autosufficienza non solo è vincolata dalle decisioni che si assumeranno in sede di conferenza Stato-Regioni, ma la cosa più inquietante è che il finanziamento entra a far parte della dotazione sanitaria complessiva mettendo a serio rischio gli interventi a domicilio che non sono ricompresi nei livelli essenziali di assistenza sanitari.

Inoltre, manca del tutto la possibilità di rivalutare il fondo rispetto gli andamenti inflazionistici nei prossimi 3 anni depotenziandolo così di almeno 50 milioni di euro quando, invece, servirebbe aumentarlo in ragione dell’invecchiamento della popolazione veneta e bellunese in particolare.

Queste, a partire dal diritto alla salute, sono alcune delle reali necessità che incombono sui cittadini e lavoratori.

E’ del tutto evidente che per noi la partita non è chiusa.

Giustamente le segreterie regionali dei pensionati hanno già chiesto al presidente della Regione Luca Zaia un incontro urgente ed altrettanto dovremo fare noi a livello locale sollecitando le nostre istituzioni affinchè il diritto alla salute non sia solo enunciato, ma anche praticato”.

Share

Comments are closed.