Tuesday, 21 January 2020 - 02:40
e-mail: redazione@bellunopress.it – direttore responsabile: Roberto De Nart

Ida Bortoluzzi punta sull’offerta a tempo pieno della scuola

Apr 3rd, 2012 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

 

Ida Bortoluzzi

Aumentare l’offerta di scuole a tempo pieno all’interno del Comune di Belluno. E’ la proposta di Ida Bortoluzzi, candidato a sindaco sostenuto da una lista civica e dall’Udc. «Con questo progetto», afferma Bortoluzzi, «ci attendiamo ricadute positive sulla socializzazione dei bambini. Il tempo pieno inoltre dovrebbe favorire il lavoro femminile o alleggerire il carico delle donne e potrebbe contribuire a creare occupazione di qualità per gli operatori».

La proposta è una riflessione nata nei gruppi di lavoro sulla scuola e sulla famiglia creati appositamente dal candidato per affrontare uno dei temi più importanti per la comunità cittadina, ovvero la crisi economica.

«La crisi si può affrontare anche offrendo alle famiglie servizi di qualità che liberino risorse», è sicura Bortoluzzi. «Il tempo, in particolare il tempo delle donne, è una di quelle risorse che possono contribuire a invertire la tendenza». Oggi, le scuole presenti sul territorio che offrono il tempo pieno sono poche e sovraffollate. Il sovraffollamento crea tensione nei bambini, come rilevato durante i primo incontri dal candidato in queste prime settimane di campagna elettorale.

«Pensiamo di individuare altre scuole possibilmente seguendo un criterio geografico che consenta di creare bacini di utenza e di mettere a gara la gestione dei pomeriggi, privilegiando la qualità dell’offerta. Il pasto può essere fornito con catering o con cucina della scuola, ma chi lo desidera può mangiare a casa e poi tornare a scuola».

Il costo del sevizio sarà proposto alle famiglie con intervento del Comune dove c’è bisogno.

Sotto il profilo dei risultati, dice Bortoluzzi, «ci attendiamo di favorire la socializzazione extra scolastica, con un aiuto qualificato nello svolgere i compiti e dunque una ricaduta positiva per i genitori che non possono o non sono in grado di aiutare i figli. Inoltre favorirà le donne che avranno più tempo per lavorare o cercare lavoro e muoverà il mercato del lavoro in entrata creando occupazione per gli operatori».

Share

11 comments
Leave a comment »

  1. Se conoscesse la macchina comunale – come sostiene – la signora Bortoluzzi saprebbe anche che non ci sono le risorse, per aumentare il doposcuola. Perché, accanto alle proposte elettorali, i candidati non indicano anche le fonti di finanziamento? Sarebbe un indice di sana politica di bilancio. Perché il problema non e’ quelli di far promesse, ma di mantenerle.

  2. Il progetto per il tempo pieno a costo zero esiste dato che lo ho scritto io… Il signor valballa evidentemente conosce la macchina comunale molto meno di quello che pensa!

  3. Sicuri che vi sia una richiesta in tal senso da parte dell’utenza?

  4. Sicuri sicuri che sia a visto zero?

  5. É evidente che il “Sig. Valballa” é coerente con lo pseudonimo che si é scelto per ritagliarsi una rubrica fissa su Bellunopress per fare il guastatore delle proposte degli ALTRI CANDIDATI ….!!!! Per differenza abbiamo anche capito a che lista appartiene …!!! Per cortesia, facciamo uno sforzo di serietà, non c’é bisogno di queste buffonate per tentare di dare una mano alla nostra Città …!!!!

  6. nel programma della destra c’è chiaramente spiegato come trovare le risorse, domani sarà postato su venetoinmovimento.blog ed in faceboock sul profilo mio.
    titti monteleone

  7. Brava Titti! Tu non fai polemiche inutili …!!

  8. “Buffonate” sono le idee diverse? Che strana idea di democrazia che ha Lei, Giancarlo Ingrosso. Ho chiesto, chiedo e richiedo – perché non ci credo – come si fa a fare il doposcuola a costo zero. Spero nella risposta ( e non in una affermazione apodittica). Grazie.

  9. Per fare ragionamenti seri é imprescindibile porsi come persone serie, prima di tutto presentandosi …!! Io lo faccio sempre firmando con nome e cognome e mettendo la faccia per ciò che dichiaro, lo faccia anche lei e potremo confrontarci nel cercare le migliori soluzioni per la Città di Belluno … ( così potrà risparmiarsi del facile sarcasmo …)

  10. Ecco, tanto per eludere e per svicolare… Attendo con fiducia una risposta di merito. Grazie.

  11. mi domando perchè non possiamo dare l’esempio e confrontarci con serenità e con IL NOSTRO NOME E COGNOME….chi non è disposto a rischiare per le proprie idee….non è un uomo…oppure non valgono nulla le sue idee