Friday, 20 April 2018 - 16:20

Si parte! Verso la Primavera di Belluno

Mar 31st, 2012 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore

“Si parte!” Claudia Bettiol ha incontrato, ringraziato e motivato candidati e simpatizzanti delle tre liste che la sosteranno alle amministrative del 6 e 7 maggio: la civica “Con Claudia Bettiol Sindaco – Tutti per Belluno”, Partito Democratico e Italia dei Valori. Nella cornice di una sala De Luca di Borgo Prà piena per l’occasione, la candidata sindaco del centrosinistra ha annunciato: “Vogliamo compiere una grande impresa, difficile, ma possibile se ci crediamo. L’obiettivo non è solo quello di vincere le elezioni, ma soprattutto quello di creare una buona stagione per Belluno dopo quello che consideriamo l’inverno di Prade. Rimettiamo al centro il cittadino, pratichiamo un’altra politica, governando nell’interesse di tutti”.

A introdurre la campagna di Claudia Bettiol sono state tre voci di giovani candidati e poi Gennaro Marotta, consigliere regionale dell’Italia dei Valori e Flavio Zanonato, sindaco di Padova. Enrico Bortoluzzi, giovane architetto e candidato, commenta così il libro che il sindaco uscente ha recapitato in tutte le case: “I numeri di Prade non ci dicono perché essere orgogliosi di essere bellunesi. E’ quello che vogliamo riscoprire con una primavera di cambiamento”. Camilla Fiori, studente di Giurisprudenza, vede nell’unione “tra la competenza di Claudia e i tanti giovani in lista la forza di questo progetto” e aggiunge: “Belluno non è una città universitaria, ma di universitari, che vogliono tornare in una città viva, che offre opportunità”. Per Federica Toscano, giovane insegnante, già consigliere comunale e candidata nella civica, vede l’occasione per dare a Belluno “un’amministrazione coesa” e insiste sulla necessità di occuparsi di più e meglio di cultura e scuola.

Marotta disegna così la prospettiva politica del sostegno a Claudia Bettiol: “Dobbiamo lavorare per un centrosinistra forte e aperto a chi condivide gli obiettivi, perché l’orizzonte è il dare risultati ai cittadini”. Zanonato ripercorrendo l’elenco lunghissimo di competenze dell’amministrazione comunale ricorda però che “ci sono questioni per le quali il sindaco non può intervenire direttamente, pensiamo a problemi del lavoro ad esempio, ma deve esserci, perché i cittadini hanno bisogno di una figura che li rappresenti, che li ascolti e sostenga le loro battaglie. L’esperienza mi ha insegnato che non si risolve nulla con la ‘pancia’, ma serve il ragionamento, il confronto, con il cuore e con la testa. E Claudia è il candidato adatto a questo incarico”. Il pomeriggio si è chiuso con un brindisi di apertura ufficiale della campagna, sulle note di “Miracoli” di Cristina Donà.

 

Share

38 comments
Leave a comment »

  1. previsioni meteo primavera con pioggia, neve, brinate e abbassamento delle temperature. Speriamo bene per le culture di campi, orti e gli alberi da frutta.

  2. Vantarsi di voler un nuovo inverno per Belluno…singor Balcon sempre meglio…ha per caso previsioni meteo che i Bellunesi dovrebbero sapere ??

  3. Signor Balcon le sue previsioni meteo si riferiscono a dati ben precisi?! penso invece che sarà una primavera florida e ricca!

  4. La stampa a quanto pare è inMovimento, ma Belluno è pronta a capire che è meglio star fermi, con i piedi ben piantati per terra, e darsi da FARE!!

    Mette dei fiori nei vostri BALCONi!
    Buona Celeste primavera!

  5. mi piacerebbe sapere quali sono i dati meteo dott. balcon… non sarà un problema per lei fornirli alla collettività, vero?

  6. Se a lei piace tanto l’inverno non è colpa nostra… Io vedo il sole, allberi in fiori e sopratutto facce felici facce da primavera!!! Con la primavera oltre che la coltura nei campi rinascerà anche la cultura nel Bellunese!!

  7. Battute a parte, come ben sappiamo, il tempo fa quel che vuole! Politicamente parlando, io sono INMOVIMENTO come buona parte dei Bellunesi! Jacopo Massaro e’ una persona preparata, disponibile e cortese, e soprattutto quando ti incontra saluta in tutte le stagioni dell’anno! 🙂

  8. Balcon ci dice i dati meteo per piacere? =) mi sembra che la sua coerenza sia un po’ inmovimento…..

  9. il problema è che certe previsioni meteo sono desunte da fonti cinesi e non tengono assolutamente conto dei (reali) cambiamenti climatici in atto: la primavera è in netto anticipo sui tempi. E comunque il trucchetto del “nuovo che avanza” non funziona quando sei ancora seduto su una carega che non è stata molto inmovimento fino ad ora.

  10. Gli eredi del vecchio PC hanno un conto aperto con la parola primavera. Primavera di Praga, primavera a Budapest… Oggi, violà, Primavera a Belluno. Io credo che prima di inneggiare alla Primavera di Belluno (oltraggiando l’Inverno il quale ha una sua pregnante dignità: in inverno si semina, d’inverno il seme s’accinge a germogliare, d’inverno viene la neve, il nostro oro bianco), gli eredi del vecchio PC dovrebbero fare i conti con la Storia. Con ben altre Primavere. Aspettiamo fiduciosi …

  11. Caro Valballa, mi potrebbe dire quale culture si seminano nei campi in inverno?

  12. Le previsioni sono quelle del meteo (quello vero) a lunga scadenza che tra l’altro indica verso il 20 aprile il culmine! Quanto alla primavera, battute a parte, si chiama Jacopo Massaro!!!

  13. Le stagioni dell’anno sono tutte bellissime, il momento in cui ci si deve mettere a servizio della comunità non deve necessariamente aver stagione … La sobrietà nel far politica deve far parte nel Dna di noi tutti. “””politici””” e pertanto che auguro a tutti una splendida primavera in movimento e colma di contenuti …
    Biagio Giannone

  14. meno male che la DESTRA è presente tutto l’anno e NESSUNO PUO’ SMENTIRCI……..

  15. Veramente stucchevole, ma sopratutto inutile ,queta disquisizione metaforica sulle stagioni.
    Vorremo iniziare a sentire impegni precisi.
    Per quanto mi(ci) riguarda ci batteremo principalmente per:
    acqua bene comune gestito dal pubblico,cominciamo veramente a rtispettare la democrazia e la volontà popolare sancita con i referendum;
    obiettivo “Zero Rifiuti, per risolvere definitivamente il problema e non sprecare meterie prime sempre più preziose;
    Stop allo spreco e cementificazione del territorio;
    trasporto collettivo/pubblico adottando nuovi modelli di mobilità;
    riscoperta e valorizzazione del petrimonio e delle culture locali;
    nuovi modelli di partecipazione e gestione della cosa pubblica.
    Buona campagna a tutti e …speriamo che vinca veramente il migliore ne abbiamo bisogno.
    Cordialmente Stefano Messinese

  16. siamo a fine del giorno e sapete che giorno era oggi? il I° aprile!!! Buona primavera a tutti!!!

  17. Approfitto di un passaggio di S. Messinese che parla di “rifiuti zero”. E’ una immagine accattivante ma non è realistica se presa alla lettera. Nessuno di noi, anche mangiando lo stretto necessario, può evitare che una parte del cibo che mangiamo si trasformi in rifiuto. Quando eravamo in pochi, sostanzialmente cacciatori o agricoltori, era semplice smaltire o utilizzare i nostri scarti biologici. Oggi, con una società industriale e con una crescita demografica abnorme, far credere che l’obiettivo rifiuto zero sia realistico è fuorviante e pericoloso. Capisco e condivido l’obiettivo di ridurre gli sprechi ed i danni all’ambiente di una società inutilmente consumistica ma non si lotta contro un errore comettendone un altro. Dobbiamo essere realistici ed ammettere che una quota di rifiuti ci sarà sempre. Il problema è riuscire a contenere questa quota in termini accettabili (dall’ambiente si intende) e riutilizzarli o smaltirli nel modo più corretto ed economico. Non esiste una unica ricetta ma una serie di strategie che evolveranno assieme alla società. Per chiudere con una battuta un discorso serio, l’applicazione della strategia “rifiuti zero” al corpo umano porterebbe alla conclusione che la “natura” ci ha dotato di un orifizio completamente inutile. meglio non correre troppi rischi con cure troppo drastiche.

  18. Battuta sbagliata proprio gli escrementi ,umani e non ,sono biodegradabili al 100% ( a meno che lei non mangi plastica). La teoria “rifiuti 0” ,benchè ritenga utile e indispensabile una riduzione del rifiuto alla produzione,non prevede che questi spariscano completamente, ma che, con le adeguate scelte di gestione possano essere recuperati e/o smaltiti interamente.Per il resto conoscendo i trascorsi dell’ing. Balzan non c’è da meravigliarsi per la sua posizione iper impiantistica e il suo conseguente scetticismo su tale traguardo.

  19. Finche’ no si cambiera’ con la gestione del servizio idrico in provincia non piovera’……….non e’ che la natura ci sta’ mandando un segnale inequivocabile?
    Se andra’ la nostra coalizione di sicuro, quindi ancora un mesetto…………Forse!

  20. Strano che venga definito iper impiantista chi ha escluso l’inceneritore per la provincia di belluno. In quanto al resto, proprio perchè la plastica è difficilmente degradabile con mezzi biologici, servono IMPIANTI per riutilizzare o trasformare la plastica raccolta. Messinese, da buon verde, dovrebbe sapere che, di tutta la plastica raccolta da COREPLA, un terzo circa viene venduto nelle aste e verosimilmente riutilizzata o riciclata con impianti ovviamente tecnologici, un terzo viene avviato all’incenerimento (sempre impianti tecnologici) ed un terzo avviato a discarica. Io mi occupo di eliminare la parte che attualmente COREPLA avvia all’inceneritore o in discarica con una tecnologia di gran lunga meno impattante di inceneritore o discarica. Mi piacerebbe che Messinese criticasse la tecnologia che altri hanno realizzato ed io mi limito a proporre, dopo averla, almeno esaminata e messa a confronto con inceneritore e discarica perchè, e voglio ripeterlo, mi occupo solo di questi rifiuti e non di quelli che hanno un reale mercato nel riciclo. Se Messinese vuole, sono quì altrimenti può tranquillamente continuare a criticarmi a prescindere.

  21. Al di là delle schermaglie verbali, che servono per vivacizzare il dibattito e non avendo la pretesa di insegnare niente a nessuno; mi permetto, ad uso dei non addetti ai lavori, di riassumere in estrema sintesi il concetto di “zero rifiuti che schematicamente riassumerei in tre fasi:
    1.Eliminare l’ incenerimento(cosa che fortunatamente condividiamo) dei rifiuti e strutturare un sistema di raccolta che aumenti la quantità di materiale differenziabile ed ottimizzi la qualità del materiale da riciclare, diminuendo contestualmente la quantità di rifiuti prodotti;
    2.Incentivare il riuso del materiale riciclato, la riparazione di oggetti e operare scelte di vita che diminuiscano la percentuale di scarti (es. uso di prodotti alla spina e/o vuoti a rendere e riutilizzabili);
    3.Sostenere la progettazione e la produzione di prodotti totalmente riciclabili, riutilizzabili e riparabili.
    Pertanto,ritornando alla plastica,partendo da questi concetti base, proprio per incidere su i famosi 2/3 per evitare che vadano inceneriti o in discarica, dovremmo limitare e minimizzare al massimo l’uso di oggetti di questo materiale e ,la dove fosse indispensabile, usare solo plastiche riciclabili e/o biodegradabili. Sono consapevole ,come tutti i sostenitori di questa teoria, che il traguardo è difficile e che ci vorranno dei tempi medio/lunghi per arrivarci, ma se ci si crede veramente c’è la si può fare.
    SOGNO? Meglio sognare e avere delle aspettative di vita migliore, che rassegnrsi al peggio.
    Cordialmente Stefano Messinese

  22. Giovanni, sui rifiuti non è proprio come dici. Mi spiego, se uno si impegna ed ha le conoscenze necessarie, con un sacco di impegno e lavoro può dividere bene ogni rifiuto rendendolo riciclabile. Non per tutte le tipologie ma per alcune si. Questo richiede un sacco di impegno e lavoro che una persona o un gruppo fa una volta ma non può fare ogni giorno. dietro le cifre che citi c’è un sacco di lavoro che non viene quantificato. Se fosse vero che ci si può solo guadagnare ci sarebbe la fila per organizzare la vendita ed il riutilizzo ma non è così. Anche i miracoli che citi come l’esperienza di Vedelago andrebbe vista nel dettaglio. Non ti dico come la penso perchè quelli hanno già minacciato di querelarmi per aver espresso il mio parere ma ti invito a chiedere a De Magistris o ad altri cosa pensano di quella esperienza e dei motivi per cui non la copiano. Sono questioni un pò complicate e difficili da approfondire in un semplice articolo.

  23. Con Messinese posso concordare su tutti e tre i punti come obiettivo ma, in attesa che qualcuno scopra come realizzare in modo soddisfacente il terzo, non mi pare che una soluzione tecnologica migliore di inceneritore e discarica sia una cosa da trattare con disprezzo o sufficienza, soprattutto se, oltre ad essere migliore in termini ambientali lo è anche in termini economici.

  24. Questa, contrariamente ad altri qui, è la mia prima campagna elettorale. Forse è così che si affrontano, come al bar sport, dove commentare le partite degli avversari con scarsa obiettività. Però io pensavo che una campagna elettorale fosse un momento dove persone con un sufficente grado di maturità ed intelligenza (nonchè di onestà intellettuale) si confrontassero sui temi della città, sulle proposte e sull’orizzonte delle scelte.

    La prima parte della “discussione” che si chiude il trionfale pesce d’Aprile di Balcon infatti è (secondo me ed altri come me) un bel esempio dei motivi per i quali la gente se ne sta a casa invece che andare a votare. C’è uno spazio vuoto, c’è la libertà di espressione, perchè non andare lì e scrivere qualcosa? E’ meglio la primavera o l’autunno? Io ci sono tutto l’anno! Io sempre ma non negli anni bisestili! Io nelle stagioni pari! Quali sono le stagioni pari? Uhm.. Alloooraaa ci sooonooo.. nelle stagioni calde. Mi stupisco che nessuno abbia detto tronfio “non ci sono più le mezze stagioni”. Stucchevole. In campagna elettorale tutti rinnovatori, tutti esperti di stagioni, ma pochi esperti di maggese.

    Se non altro nella parte finale si parla per aggiungere temi alla discussione, anche abbastanza pacata, ed a questa mi ricollego dato che ho scaricato del materiale redatto dall’ing. Balzan Sr. e dal mio amico fraterno Alberto (chiameremo ing. Balzan jr.) che alla prima occasione leggerò con attenzione.

    PS: Caro amico leghista, pur non condividendo la tua opinione su Flavio Zanonato, che reputo (ed anche qui non sono certo solo) un sindaco d’eccellenza, sono convinto che una tua conferenza stampa per spiegare cosa ne pensi dei ROM di Padova sarebbe seguitissima qui a Belluno, quindi vai!

    Enrico Bortoluzzi
    Candidato Consigliere Comunale
    PD Belluno

  25. Stando al sito http://www.belluno5stelle.it i grilllini non hanno ancora alcuna progettualità per Belluno…

  26. Ci mancherebbe il diritto di critica, ma penso sarebbe stata si meglio un’altra situazione, decisamente. Zanonato per me rimane un buon Sindaco, specie per quello che sta facendo nelle sue politiche per l’integrazione in una città ereditata con seri problemi. Se occupa la posizione che occupa nell’ANCI evidentemente qualche suo collega se n’é accorto. Spulciando il caso specifico, in qualunque amministrazione si può trovare da migliorare.
    L’intervento di Zanonato (che probabilmente lei non hai ascoltato ed é di quello che varrebbe la pena parlare) ha sottolineato gli aspetti per i quali una figura di Sindaco è chiamata ad agire anche se formalmente al di fuori della propria sfera di competenza. Specie in un momento come questo, che vede la Provincia sparire (per legge o per sentenza) il Sindaco della città Capoluogo deve essere (oltre che un bravo Sndaco) persona autorevole e riconosciuta, in grado di muovere e coalizzare interessi di ambienti politici ed istituzionali attorno alle iniziative di governo per non perdere la leadership locale.
    La logica conclusione di questo ragionamento la lascio a voi.

    Enrico Bortoluzzi
    Candidato Consigliere Comunale
    PD Belluno

  27. Giovanni, tu lo troverai noioso, ma io vorrei sapere che idee avete voi grillini… Siete bravissimi ad attaccare tutti e tutto, però nel sito non c’è nulla delle vostre idee. Dove posso trovare le idee che avete per Belluno, dato che mi dici che sono accessibili da web?

  28. Tu mi citi le spese elettorali, ma io ti ho chiesto che idee avete per Belluno!

  29. Egregio sig.Lino,se è veramente così interessato al programma del M5S basta che dalla home page del sito citato clikki sul box a dx “Belluno5stelle lista civica” (sotto c’è anche quello per Feltre) creato specificatamente per l’elezioni del 6 maggio p.v dove troverà tutto quello che riguarda le sudette elezioni.Buona lettura ….e aspettiamo i suoi commenti.Cordialmente Stefano Messinese

  30. Per l’ing BALZAN,
    spero che quando dice:”non mi pare che una soluzione tecnologica migliore di inceneritore e discarica sia una cosa da trattare con disprezzo o sufficienza” non si riferisca ai miei commenti: uno perchè non è nel mio stile,due perchè sarebbe sciocco disprezzare un qualcosa che neanche Lei nel suo intervento cita o chiarisce e, considerato che di proposte nel tempo ne ha avanzate diverse, non saprei proprio a quale alludesse.Comunque,non è certo per ipocrita piacioneria e buonismo, ma se tale è stata la sua sensazione mi spiace e me ne scuso,cercherò di essere più attento.Non è mio interesse,scopo e/o obiettivo offendere qualcuno,quello che mi interessa è cercare di promuovere ,con questi modesti intervrnti, un confronto e un dibattito, ancorchè duro e critico, costruttivo ed utile a tutti quei cittadini che vogliano approfondire le problematiche cittadine .Cordialmente Stefano Messinese

  31. Stefano, io continuo a non trovare niente di programmatico… La pagina che mi hai segnalato non è neppure aggiornata!

  32. Egregio sig. Lino, mi spiace ma o non ha molta dimestichezza ,o non ha pazienza; una volta cliccato sul link specifico ” Belluno5stelle lista civica”sempre sull dx in alto sotto la voce pagine c’è “Programma”; sperando che questa volta riesca a trovare quello che cerca Le riaguro buona lettura. Cordialmente Stefano Messinese

  33. E ti sembra un programma fatto su misura per Belluno?!

  34. Stefano, avevo in mente di chiederle se lei lavora gratis o chiede un compenso per le proprie prestazioni e soprattutto se lo fa da dipendente o da partita iva, ma mi pare un dialogo tra sordi, dato che tante volte uno ha la convinzione che, mentre le si indica la luna, lei si soffermi con accanimento sul dito. Siccome da come scrive non credo proprio la sua possa essere superficialità, è senz’altro precisa scelta di non disinserire il limitatore e continuare sta litania su Zanonato.

    La aiuto reggendole il gioco:

    Mi hanno detto che una volta Zanonato ha parcheggiato senza mettere il disco orario.
    Mi hanno detto che una volta Zanonato ha giocato coi pulsanti dell’ascensore.
    Mi hanno detto che una volta Zanonato ha detto di saper montare le catene e non era vero.
    Mi hanno detto che una volta Zanonato ha fatto inversione ad U su una provinciale.
    etc..

    Il programma (word di google share docs che sfido molti a reperire con meno di 3-4 camicie da sudare) conferma questa mia teoria. Una serie di idee, alcune (molte) condivise, altre (tante) condivisibili, alcune che non lo sono per niente. Ma soprattutto quello che continuo a trovare è un profilo asettico, senza emozione, senza visione. Amministrare una città non è amministrare un condominio.

    PS: Approposito! Mi hanno detto che una volta Zanonato ha detto che andava ad una riunione di condominio e poi non si è presentato.

    Enrico Bortoluzzi
    Candidato Consigliere Comunale
    PD Belluno

  35. Potevate scriverlo ancora più in piccolo! Per carità, qua e là compare anche il nome “Belluno”, ma a me sembra più il documento programmatico del movimento che un programma per Belluno.

  36. Enrico, sei un grande!

  37. Enricoooooo, sveglia va bene che è la sua prima campagna elettorale e forse ,seppure appena iniziata, è un pò affaticato; ma un pizzico di attenzione è richiesto almeno non scambi la persone.
    In quanto al programma si metta daccordo considerato che, riporto testualmente:”Una serie di idee, alcune (molte) condivise, altre (tante) condivisibili, alcune che non lo sono per niente” su buona parte condivide, per fortuna non su tutto se no ci toccava presentarci “insieme”. In quanto “al profilo asettico,senza visione,senza emozione” vorrà dire che assolderemo una buona penna,la sua’???, per dagli quel tocco di colore e calore e trasformarla in una bella narrazione; comunque non mi sembra considerato che, come riconosciuto anche da Lei, le nostre proposte manchino di prospettiva .
    Infine stento a credere che un ragazzo sveglio come Lei(vista la dotta terminologia che usa a proposito)abbia fatto così tanta fatica a trovare e consultare il nostro programma,in fondo bastano tre clik. Cordialmente Stefano Messinese

    P.S. Per quanto mi riguarda lavoro gratis e il tempo che dedico a questa “attività” lo sottraggo al mio tempo libero ,è puro volontariato!!!

  38. Chissà quanti sindaci e consiglieri comunali conquisteranno i grillini!

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.