Wednesday, 18 July 2018 - 10:17

Tib teatro e l’accusa della Bettiol a Colle. Stella: “Possibile che non abbia letto i giornali e che fino ad oggi, per due anni, mai abbia speso una parola”

Mar 23rd, 2012 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Andrea Stella

“La Lega Nord di Belluno legge con sorpresa la stravagante presa di posizione della candidata sindaco Claudia Bettiol sul teatro di Belluno”. Lo afferma in una nota il capogruppo in consiglio comunale della Lega Nord Andrea Stella.

“Sostiene la Bettiol che la situazione disastrata della Fondazione Teatri ed il mancato pagamento delle spettanze del Tib sarebbe imputabile non solo a Prade ma anche al Vicesindaco Leonardo Colle (e con lui alla Lega Nord).

Par di capire che la Bettiol abbia vissuto all’estero negli ultimi anni, calando la sua candidatura su Belluno al pari di un prezioso dono, che nemmeno tutta la sinistra gradisce.

Così la Bettiol scopre e si indigna per le superconsulenze dello Svizzero Luyet in Nevegal: ma sono due anni che la notizia è sui giornali!

La Bettiol – afferma Stella – già recentissimo assessore provinciale alla cultura, scopre oggi che la cooperativa teatrale Tib non viene pagata dalla Fondazione teatri e rischia il tracollo economico.

Possibile che non abbia letto i giornali e che fino ad oggi, per due anni, mai abbia speso una parola.

Ma ora, con sensibilità elettorale, solidarizza con i lavoratori del teatro.

Magari è meglio che prima la Bettiol si legga la rassegna stampa redatta dal Tib per il 2011. E’ alta come una risma di fogli A4: non troverà il suo nome ma imparerà qualcosa. Soprattutto scoprirà, suo malgrado, che qualcuno, che certo non è lei, si è esposto per difendere la territorialità di Belluno opponendosi alla lottizzazione della nostra cultura.

Non basta il look cattedratico alla Fornero per impartire lezioni di politica – conclude sarcasticamente Andrea Stella – meglio un bel paio di buone scarpe da ginnastica per questa corsa”.

Share

12 comments
Leave a comment »

  1. Se la Lega Nord si fosse veramente spesa nel difendere il TIB, avrebbe dovuto chiedere la testa dell’assessore alla Cultura, pena la sfiducia al sindaco. Non mi risulta l’abbia mai fatto. Dalla Lega Nord soltanto parole, non fatti.

  2. La Lega Nord soffre di amnesia: è, o non è, al governo della città di Belluno col PDL dal 2006?! Che risultati ha portato a casa in questi 6 anni in fatto di teatro?! La Lega Nord evidentemente crede che per governare ed ottenere risultati basti qualche dichiarazione!!

  3. Lino, le stesse parole le può allegramente rivolgere anche alla Bettiol… la campagna elettorale è aperta, tutti bravi a parlare, sicuramente dopo le elezioni saremo ancora a questo punto. Saluti.

  4. Signor Lino,
    magari tiriamo fuori il nome ed il cognome, ed anche la tessera.
    Così i lettori si fanno un’idea più precisa del pulpito da cui viene la predica.

    Leonardo Colle

  5. Caro signor Leonardo, non ho nessuna tessera di partito. Le sue insinuazioni sono fastidiose. In ogni caso la Lega Nord è stata, o non è stata, per sei anni al governo della città col PDL?

  6. Cara signora Annalisa, non mi risulta che la Bettiol negli ultimi sei anni sia stata al governo della città! Se le risulta il contrario, potrebbe dirmi che carica abbia ricoperto?

  7. In ogni caso le domande che ho posto nel messaggio 2 sono rimaste inevase… La Lega Nord è, o non è, al governo della città di Belluno col PDL dal 2006?! Che risultati ha portato a casa in questi 6 anni in fatto di teatro?!

  8. La Bettiol era vicepresidente della provincia e assessore alla cultura. La provincia è socia della fondazione teatri delle dolomiti, debitrice del TIB. Davvero non ne sapeva nulla? O si sveglia adesso solo perchè si vota??
    Dai, siamo realisti.

  9. Mister Lino,
    chi non ha il coraggio di gettare la maschera non meriterebbe risposte.

    Cmq sia la Lega Nord è stato l’unico partito di maggioranza a battersi contro la lottizzazione del teatro e della cultura.
    Purtroppo la Lega non aveva i numeri per imporre le dimissioni della Passuello (tre consiglieri su 25 di maggioranza, quorum a 21; con la penalizzazione ulteriore di un consigliere già pidiellino in pectore).
    Molti altri, da sinistra, sono stati invece a guardare sperando di fare la campagna elettorale agitando le spoglie della cultura bellunese: pessimo esempio di cinismo politico.
    Ora, ripeto, GIU’ LA MASCHERA!
    Leonardo Colle

  10. Caro signor Leonardo, chi mi dice che lei sia veramente l’attuale vicesindaco Leonardo Colle? In quanto alla maschera, dal momento che il sito non richiede alcuna iscrizione con tanto di nome, cognome e documento di identificazione, non può dirmi di gettare proprio nessuna maschera! Se la Lega Nord non aveva i numeri per imporre le dimissioni dell’assessore Passuello, io al suo posto mi sarei dimesso da vicesindaco.

  11. Andy, e che dire allore del presidente Bottacin (2009-2011)?

  12. Al signor Leonardo vorrei dire ribadire una cosa: che mi creda o no, sono un semplice cittadino e non ho alcuna tessera di partito. Noi semplici cittadini non possiamo avere idee in fatto di politica? Dobbiamo limitarci a votare dando carta bianca ai politici?!