Wednesday, 18 July 2018 - 08:46

Via l’art.18, libertà di licenziamento anche ai dipendenti pubblici. Il Pdl veneto con Bond, Cortelazzo e Donazzan vuole abbattere le tutele anche nell’impiego pubblico

Mar 22nd, 2012 | By | Category: Cronaca/Politica, Lavoro Economia Turismo, Prima Pagina

Dario Bond

“Abbiamo chiesto al Consiglio regionale di dare manforte al Governo e al ministro Elsa Fornero sul fronte della riforma del mercato del lavoro. E’ un segnale che l’economia nazionale e internazionale attendono da decenni e che il Paese ha il dovere di lanciare. Speriamo poi che il Governo compia un altro passo estendendo il testo dell’articolo 18 riformato anche ai lavoratori pubblici come sembrava in un primo momento. Una riforma che nasce per rendere il mercato meno rigido non può creare nuove discriminazioni”.

A dirlo sono il capogruppo del Pdl in Consiglio regionale Dario Bond e il suo vice Piergiorgio Cortelazzo che a tal fine hanno presentato un ordine del giorno in aula per chiedere all’Assemblea legislativa di prendere una posizione netta sul dibattito attualmente in corso attorno alla riforma del lavoro e in particolare sull’articolo 18 dello Statuto dei lavoratori. A sostenere il documento tutti i consiglieri del Pdl, a cominciare dall’assessore alle politiche del lavoro Elena Donazzan.

“Se si vuole lanciare un messaggio di rinnovamento, questo segnale deve essere forte e inequivocabile. Non ha senso riformare un articolo così importante e poi applicarlo solo a una categoria di lavoratori. Così facendo si parte con un piede sbagliato e si rischia di creare un solco ancora più insanabile tra mondo del lavoro privato e mondo del lavoro pubblico”.

“Qui nessuno vuole fare le crociate contro alcune categoria”, rimarcano Bond e Cortelazzo, “semplicemente chiediamo che venga introdotto un principio valido per tutti i lavoratori”.

Non manca un’ultima annotazione: “In queste settimane di dibattito avremmo voluto sentire più spesso la parola ‘merito’, ma non disperiamo”.

Share

2 comments
Leave a comment »

  1. bene modifica dell’art.18…….se applicato ai parlamentari!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  2. Via la mafia da tutto, no modificare l’art 18, sveive!!!!