Saturday, 24 February 2018 - 06:32

Situazione idrica provinciale

Mar 19th, 2012 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Ricerca perdite, questa mattina, lungo la rete idrica di Campagna di Sorriva i Comune di Sovramonte, dove, da venerdì scorso, manca l’acqua ad una cinquantina di utenze residenti.

I tecnici di Bim Gsp, sul posto da giorni, questa mattina sono riusciti, con varie prove tecniche, ad individuare la tratta di tubazione dove, con ogni probabilità, vi sono una o più perdite che impediscono al serbatoio di San Rocco il necessario accumulo d’acqua.

«Dal serbatoio di San Rocco – spiega la società Bim Gsp – si dipartono tre reti di distribuzione che vanno a servire diversi gruppi di utenza: da una condotta, in particolare, abbiamo registrato una maggiore richiesta d’acqua in rete ed è probabile che su questa vi siano le falle che, ora, dobbiamo individuare e riparare con tempestività. Al momento, quindi, abbiamo ridotto l’erogazione solo lungo questa condotta, dove lavoreremo ancora oggi e domani per ricercare e tamponare le falle: lungo le altre due diramazioni, invece, abbiamo già ripristinato la regolare erogazione».

Nuovi rifornimenti con autobotte, da oggi pomeriggio ed anche per domani, ad Aune e Croce d’Aune, dove da qualche settimana vi è carenza idrica nella sorgente delle Valdelle che alimenta i serbatoi locali. «C’è poca acqua in sorgente – spiega Bim Gsp – e questo fa si che alcune utenze – non le cento collegate – ubicate a quote più elevate abbiano problemi nella fornitura idrica».

Stabili, al momento, anche i livelli del serbatoio di Sant’Anna, dove sabato si era verificato un improvviso calo che aveva lasciato senz’acqua le utenze più alte del centro storico di Feltre e delle zone di Foen, Sant’Anna e Falcina.

Riparazioni urgenti, sempre sabato, sono state fatte anche lungo la rete che si diparte dal serbatoio di Bios a Belluno, da cui dipendono molte utenze residenti nelle zone di Salce, Col di Salce, Giamosa, Canzan, Bes e Sois: un’ingente perdita, individuata fortunatamente con tempestività, ha causato un abbassamento repentino dei livelli nel serbatoio. La riparazione, eseguita con urgenza, ha consentito al serbatoio di caricarsi nuovamente tra la notte di sabato e la mattina di domenica.

Primi segnali di carenza idrica arrivano, invece, da qualche giorno anche dalla zona dell’Alpago, fino ad ora stabile nell’erogazione: in comune di Puos, infatti, è stato necessario eseguire nuove manovre tecniche per una migliore distribuzione in rete.

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.