Tuesday, 16 October 2018 - 22:34

Al Rifugio Lagazuoi si continua a sciare.

Mar 18th, 2012 | By | Category: Appuntamenti, Eventi, sport, tempo libero, Pausa Caffè, Società, Istituzioni

Dal 18 marzo al 1 aprile, il rifugio Lagazuoi offre agli irriducibili dello skipass una speciale promozione, per godere degli ultimi attimi d’inverno e approfittare del primo sole e della prima tintarella d’alta quota.

Sciare al sole di primavera, unendo allo sport e al fascino delle celebri piste ampezzane, il clima più mite e il privilegio della prima tintarella d’alta quota, è un un‘esperienza dal sapore del tutto particolare. Per cogliere questo speciale momento dell’anno, Guido Pompanin – gestore del Rifugio Lagazuoi (a quota 2.752 metri) oltre che esperto sciatore – ha in serbo una imperdibile promozione.

Da domenica 18 marzo a domenica 1 aprile, i più stacanovisti tra gli sportivi che ancora non vogliono riporre tuta e scarponi, potranno soggiornare all’interno del Rifugio Lagazuoi, una delle terrazze più celebri delle Dolomiti, usufruendo di uno sconto del 10% sul pernottamento. Per chiudere in bellezza la giornata e rifocillarsi dopo una mattinata trascorsa sugli sci, Guido delizierà i propri ospiti con la speciale merenda Lagazuoi.

Info e prenotazioni

Rifugio Lagazuoi, tel. 0436/867303 Lo sconto del 10% vale solo per chi presenterà la stampa della pagina web o il ritaglio di giornale da dove sono state reperite le informazioni.

Rifugio Lagazuoi

Con i suoi 2.752 m d’altitudine, è uno dei rifugi più alti di Cortina. La sua terrazza è famosa per l’incredibile panorama sulle vette dolomitiche, tanto da apparire spesso su importanti riviste italiane e straniere. Ottima base per sciare, la cucina offre piatti preparati secondo le ricette tradizionali locali:

da non perdere la polenta con il capriolo e la minestra d’orzo, di cui Guido Pompanin, gestore del rifugio, va particolarmente fiero. Altra specialità, i dolci: da segnalare il “kaiserschmarren”, una sorta di crêpe spezzettata, servita con marmellata.

 

 

Share

Comments are closed.