Wednesday, 23 May 2018 - 08:57

L’appello degli amministratori all’assessore regionale Roberto Ciambetti: approvare subito la nuova legge sull’esercizio associato di funzioni e servizi comunali

Mar 13th, 2012 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore

 

Palazzo delle Contesse a Mel (Belluno)

Grande partecipazione di pubblico ieri sera (12 marzo) al Palazzo delle Contesse di Mel per l’iniziativa promossa dal laboratorio di idee “Innovamel”. Con la soppressione delle Province e l’obbligo all’esercizio associato di funzioni e servizi per i Comuni con meno di cinquemila abitanti, il sistema degli enti locali sta attraversando una fase di profonde trasformazioni. Con quali conseguenze per il territorio bellunese? A questo interrogativo hanno risposto l’assessore regionale Roberto Ciambetti e il dirigente Maurizio Gasparin. In sala un centinaio di persone, tra amministratori, rappresentanti delle organizzazioni sindacali e semplici cittadini. C’erano, tra gli altri, il presidente regionale dell’Uncem Ennio Vigne, il presidente della Comunità montana della Valbelluna Roberto Maraga, il sindaco di Mel Stefano Cesa e l’ex presidente della Provincia Gianpaolo Bottacin. Dopo una panoramica sui riferimenti legislativi nazionali che ispirano e condizionano l’azione legislativa regionale, Maurizio Gasparin è entrato nello specifico dello spirito e dei contenuti della legge che mira a disciplinare l’esercizio associato di funzioni e servizi comunali. “Quello che si vuole realizzare – ha detto il dirigente – è un intervento normativo puntuale che, prendendo le mosse dall’obbligo di gestione associata posto dal legislatore nazionale per i comuni di ridotte dimensioni demografiche realizzi un riordino delle autonomie locali armonico, completo, rispettoso sia delle specificità locali che delle zonizzazioni e gestioni associate già esistenti, qualora ritenute idonee e adeguate alla gestione di funzioni associate. L’iter che ha portato alla predisposizione del disegno di legge è stato realizzato in accordo con i rappresentanti delle autonomie locali. È stato costituito un gruppo tecnico di lavoro, formato da esperti e rappresentanti delle autonomie locali, che ha effettuato una completa ricognizione delle realtà associative degli enti locali veneti e una disamina tecnico-giuridica della situazione, finalizzate all’individuazione di criteri guida che dovevano indirizzare l’intervento del legislatore regionale. Le linee guida predisposte dal gruppo tecnico sono state sottoposte al vaglio della Conferenza Regione-Autonomie locali che le ha approvate”. Anche l’assessore Roberto Ciambetti ha sottolineato la condivisione con gli enti locali del suo progetto di legge, rimarcando la necessità di trovare meccanismi che consentano agli enti locali di svolgere le proprie funzioni in modo efficace anche in una situazione di difficoltà finanziaria. Ma, soprattutto, l’esponente della giunta veneta ha concordato con il presidente regionale dell’Uncem Ennio Vigne sulla necessità di approvare il testo in tempi rapidi, in modo da dare agli amministratori la possibilità di prepararsi per tempo ai grandi cambiamenti che saranno introdotti e che non sono più rinviabili. “E’ stato un convegno interessante e utile”, commenta Elisabetta Bastianon, portavoce di Innovamel. “La presenza in sala di molti amministratori – aggiunge – conferma che il tema trattato è di stringente attualità e di grande rilevanza. Innovamel, comunque, non si ferma qui. Venerdì trenta marzo è previsto un convegno sulle metamorfosi e sul futuro del Nordest, con la partecipazione di ospiti illustri: il direttore scientifico della Fondazione Nordest Daniele Marini, il presidente di Confartigianato Veneto Giuseppe Sbalchiero e il consigliere delegato di Confindustria Veneto Gianluca Vigne. Con questi eventi, vogliamo che Mel torni ad essere un punto di riferimento nel panorama culturale veneto”.

Share

One comment
Leave a comment »

  1. Abolizione delle Province?

    Ma di che parlano?

    E’ già deciso che non spariranno: bellunesi, sveglia!

    Vogliono fare a pezzi la provincia per controllarle l’unica cosa che interessa: acqua ed energia!!!!!!!!!!!!!!!