Friday, 23 February 2018 - 22:31

Comitato No Altanon: “ci espropriano la Città!”

Mar 6th, 2012 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

“Ci arrivano notizie preoccupanti dalla commisione urbanistica, notizie che se confermate dimostrerebbero che la volontà di espropriare la città e perfino lo stesso consiglio comunale della decisione finale sull’Altanon sono vere”. Lo sostiene il Comitato No Altanon di Feltre.  “Ci spiace ripeterci – prosegue la nota –  ma crediamo fermamente che su tutta la vicenda ci debba essere una riflessione attenta e equilibrata. Non si può assumere una decisione così importante solo per la volontà di poche persone. I cittadini meritano il rispetto. Ci sorprende che nemmeno in campagna elettorale notoriamente un periodo in cui l’attenzione del mondo politico verso gli elettori è molto elevata ci sia invece un sostanziale disprezzo delle principali regole che una qualsiasi amministrazione dovrebbe seguire cioè corretta informazione, allargare il più possibile la partecipazione e decisione condivisa. Del resto queste pratiche nonostante siano state ripetutamente sollecitate e perfino state promesse in tempi remoti mai sono state praticate e dunque la nostra sorpresa nel vedere calpestate queste banali regole di civiltà è a questo punto fuori luogo. Ma non ci arrendiamo, fino a che avremo fiato in gola faremo sentire la nostra voce che chiede semplicemente che una decisione così importante per la città, l’Altanon se dovesse essere realizzato stravolgerebbe l’assetto urbanistico economico e perfino sociale di Feltre, non sia presa senza discuterne in modo adeguato. Non si può decidere ne sull’onda di qualche interesse che non sia collettivo, non si può decidere con un sostanziale ricatto che preme alle spalle, non si può decidere in altro luogo che a Feltre, non si può prendere una decisione di questo peso negli ultimi giorni di mandato di un’amministrazione. Proponiamo questo appello per l’ennesima volta e confidiamo che venga udito da uditori sensibili quali dovrebbero essere, e fino a prova contraria sono, i consiglieri comunali. Chiediamo al consesso che ha la responabilità reale e finale di pretendere che tutto venga riportato nella sua sede di decisione più naturale quindi Feltre e non Venezia attarverso accordi di programma ridicoli, che si sospenda qualsiasi procedura d’urgenza e venga dato il tempo necessario a e per una decisione matura. Chiediamo inoltre a tutti i candidati alla poltrona di primo cittadino, e qui preghiamo gli organi di stampa che gentilmente ci ospitano di aiutarci, che mai si sono espressi (lo chiediamo a tutti quelli che in un modo o nell’altro sono coinvolti nella campagna elettorale) di dichiarare pubblicamente se condividono o meno non l’intervento in quel luogo ma la pratica di democrazia che noi chiediamo sia messa in atto. Nel frattempo – cocnclude la nota del Comitato No Altanon –  noi proseguiamo con le iniziative d’informazione e condivisione con tutti i modi e mezzi che conosciamo ”

 

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.