Saturday, 24 February 2018 - 19:59

Ecco come si muovono sul web “partiti, movimenti e cittadini elettori”. Presentato venerdì il libro di Francesco Pira

Mar 5th, 2012 | By | Category: Arte, Cultura, Spettacoli, Pausa Caffè

 “I social network più utilizzati come Facebook, Twitter e Youtube, saranno utilissimi anche nella prossima campagna elettorale per le amministrative, anche a Belluno, se faranno parte di una strategia complessiva che i candidati utilizzeranno per vincere la competizione. Se c’è qualche politico che pensa che i “mi piace” corrispondono a consensi elettorali dentro le urne ha capito poco su come funzionano”.

Lo ha detto Francesco Pira, autore del libro “La net comunicazione politica” (Franco Angeli) presentato venerdì 2 marzo presso la Libreria Mondolibri di via Mezzaterra, nell’ambito della rassegna “Un libro, un tema, un’idea” organizzata dalla Ferpi e dall’Associazione Italiana della Comunicazione Pubblica con il coordinamento di Lucia Fenti. A condurre il sesto appuntamento, il dottor Filippo Nani, Delegato del Triveneto della Ferpi che ha prima presentato l’opera e poi posto una serie di domande sull’attuale momento politico e anche sugli effetti dell’antipolitica che utilizza tantissimo i social network.

“Il vero tema – ha spiegato Francesco Pira, che insegna relazioni pubbliche e comunicazione presso l’Università degli Studi di Udine ed è Consigliere Nazionale dell’Associazione Italiana della Comunicazione Pubblica – è come l’antipolitica sta vincendo sulla politica sui Social Network. La politica in questo momento al minimo storico in credibilità, i sondaggi dicono al 9%, non riesce a veicolare contenuti comprensibili per i cittadini che invece delusi dalla crisi economica e dagli scandali cavalcano la protesta”.

Molte le domande dal pubblico su come questi strumenti saranno usati durante la prossima competizione elettorale a Belluno per eleggere il nuovo sindaco ed il nuovo consiglio comunale. Filippo Nani interagendo con l’autore ed il pubblico ha chiesto espressamente a Pira se esiste una differenza nell’uso tra campagna per le nazionali e campagna locale.

“Il meccanismo è lo stesso – ha sottolineato l’autore – ma cambiano le modalità di approccio. I numeri sono significativi: su 35milioni di italiani presenti sulla rete 27 sono su Facebook e questo testimonia il grande consenso che questi mezzi registrano. Candidati, partiti e movimenti non potranno usarli però senza avere le giuste competenze perché possono rivelarsi un boomerang. E dovranno integrare questa azione di campagna elettorale con gli old media ed anche con manifesti e santini”.

Altre sollecitazioni sono arrivate sul ruolo della televisione nelle prossime campagne elettorale. “Michele Santoro – ha concluso Francesco Pira – ci ha insegnato che non esiste più soltanto una sola televisione che attraverso il canale analogico irradia contenuti. Servizio Pubblico va in onda sulle tv locali, sul satellite, sul digitale terrestre e in streaming sul web ma poi tantissime persone scaricano i contenuti in podcasting. E’ una nuova era. E noi come dicono gli scienziati stiamo imparando a camminare, soprattutto in Italia, per correre ci vuole tempo”.

Per l’autore prossima tappa in Veneto venerdì 9 marzo alle ore 16.30 in Aula7, campus IUSVE –I stituto Universitario Salesiano in via don Minzoni, 50 – a Verona. Alla presentazione il dottor Andrea Altinier (Ufficio stampa Regione Veneto), la dottoressa Simonetta Tregnago (Presidente Commissione Pari Opportunità Regione Veneto), il professor don Mariano Diotto, (direttore corso di Laurea STC allo IUSVE). Modera i lavori la dottoressa Cristiana Rossato, giornalista.

Prossimo appuntamento per il percorso letterario nel mondo della comunicazione bellunese il 16 marzo 2012 con Mauro Pecchenino e il libro “Comunicazione d’impresa”.

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.