Tuesday, 15 October 2019 - 14:21
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Le previsioni errate della giunta Prade alla base della vendita di Dolomitibus. Massaro: “ci opponiamo alla vendita dell’argenteria di famiglia, solo per non sforare il patto di stabilità”

Feb 27th, 2012 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Francesco Rasera Berna

I Consiglieri Comunali Jacopo Massaro e Francesco Rasera Berna hanno depositato una interpellanza per chiedere il ritiro del bando con il quale il Comune di Belluno sta cercando di vendere le quote di Dolomitibus.

<<nella delibera del Consiglio Comunale>>, spiega Massaro, <<erano stati previsti dei paletti ai requisiti dei partecipanti alla gara in modo da salvaguardare le competenze tecniche dell’acquirente. Nel bando, invece, non vi è traccia di queste garanzie, fondamentali per assicurare un servizio di qualità in un momento in cui le risorse pubbliche sono in forte diminuzione>>.

La delibera, fortemente contestata dall’opposizione, ed oggetto di numerose polemiche, fu alla fine votata solo da una parte della maggioranza, giungendo ad approvazione per il rotto della cuffia.

<<Con questo bando risulta evidente che la motivazione della vendita non è, come ci fu raccontato, un motivo tecnico di adeguamento alle norme vigenti, ma la necessità di non sforare nuovamente il patto di stabilità, perché ancora una volta le previsioni di bilancio erano errate. Per rimediare a questo errore>>, conclude Massaro, <<svendiamo un gioiello di famiglia, che ci assicurava 80.000 km di corse gratuite degli autobus, cui ora i cittadini dovranno rinunciare. Non mi pare una scelta lungimirante per un comune pieno di frazioni, come è Belluno>>.

 

 

Share

Comments are closed.