Tuesday, 15 October 2019 - 23:52
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Direzioni Ulss: e se tagliassimo in alto? La proposta di Michele Carbogno che dà fastidio alla vecchia politica di chi non vuole cambiare nulla

Feb 27th, 2012 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore, Sanità

Gianvittore Vaccari senatore e sindaco di Feltre l’ha subito liquidata: “Carbogno è per unificare le Ulss in Provincia? Noi no, ed allora nessun accordo politico può essere fatto con la sua lista e corrente; per noi è chiaro, chiediamo cosa farà il PdL di Bond”. La Lega, dunque, che ha piazzato ai vertici delle Ulss i suoi uomini, non vuol sentir parlare di sfalci alle direzioni. Si tagli pure in basso, ma i colletti bianchi non si toccano, questo pare essere il messaggio forte e chiaro di Vaccari. Non è piaciuta, dunque, la proposta di Michele Carbogno, che con la sua lista Belluno Protagonista ha parlato di accorpare le direzioni delle Ulss. Nel Veneto, infatti, oltre alla Direzione sanitaria regionale, esistono 24 strutture di vertice, 22 Ulss, 2 aziende ospedaliere, e tre Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico. Ognuna delle quali è retta da uno staff formato da un direttore generale e tre direttori di comparto, pari ad un costo annuo di un milione di euro ogni Usl. Secondo Carbogno, se da 24 direzioni si scendesse a 7, ossia una per provincia, la qualità del servizio per i pazienti non ne risentirebbe affatto. E si risparmierebbero dei soldi che potrebbero essere reinvestiti nelle strutture ospedaliere, e quindi a vantaggio dei cittadini.

Una proposta “rivoluzionaria”, insomma, che crea risparmi di gestione senza pregiudicare gli interessi dei cittadini. Ma che inevitabilmente si scontra con i poteri forti e le vecchie logiche di partito di chi non vuole cambiare nulla.

Share

2 comments
Leave a comment »

  1. Chissà perchè queste “idee rivoluzionarie????”(peraltro non originalissime e già in passato scartate da questi illuminati politici) il sig. Carbogno non le ha fatte e/o non ci si è impegnato quando ha rivestito cariche istituzionali anche di un certo rilievo?
    Perquanto riguarda il sig. Vaccari è l’ennesima prova che la Lega di “roma ladrona” è solo uno slogan vuoto e che vengono prima sempre e comunque gli interessi di bottega, le poltrone gli piacciono tanto anche a loro !!!

  2. E’ bellissimo leggere queste novità! Nel Consiglio Comunale di Belluno del 23 gennaio 2012 io ho proposto un Ordine del Giorno (se mi si darà spazio, potrò allegarlo) che aveva 3 obiettivi, uno dei quali era l’UNIFICAZIONE DELLE DUE USL (e si tenga conto che gli altri due erano già contenuti nell’ODG votato da tutti gli altri Consiglieri, quindi l’unica differenza era proprio questa: l’unificazione). Purtroppo non è passato; ricordo che Balcon=Patto per Belluno votò favorevole, mentre Massaro=candidato sindaco, appoggiato proprio anche da Balcon, votò contrario. Sui giornali di oggi si legge che i due propongono (ora…) di UNIFICARE le due ulss, MA MASSARO NON HA VOTATO IN TAL SENSO QUEL GIORNO! Insomma, predicare bene e votare male… Io ho proposto l’unificazione delle ULSS, ma sui giornali era stato scritto che io avevo fatto la proposta solo per motivi elettorali: come mai adesso tutti sono d’accordo ad unificarle? F.to: Francesco La Grua – candidato Sindaco di Belluno per LA DESTRA.