13.9 C
Belluno
venerdì, Agosto 7, 2020
Home Cronaca/Politica Quando le promesse per la montagna franano a valle... * di Sergio...

Quando le promesse per la montagna franano a valle… * di Sergio Reolon

Sergio Reolon

Una volta all’anno l’assessore Finozzi e il presidente Zaia salgono a Belluno e si fanno regolarmente carico dei problemi del bellunese con roboanti impegni e reiterate promesse, salvo che, ritornati a Venezia, fanno esattamente il contrario. Ieri era la volta dell’assessore, poi non arrivato in quanto ammalato, venire a presentare un pacchetto di proposte per aiutare gli operatori turistici, albergatori e impiantisti, alle prese con una delle stagioni invernali più difficili per la nostra provincia. Questa volta mi auguro che gli impegni annunciati, per altro parziali e riferiti alla sola emergenza, trovino immediata e reale attuazione.

E’ opportuno però ricordare che nel frattempo la Giunta regionale si è mossa in direzione diametralmente opposta al sostegno del settore turistico: le risorse per il turismo in due anni sono state tagliate del 70%, le province sono state messe in ginocchio nella gestione dell’accoglienza e dell’informazione arrivando a dover chiudere in molti casi gli uffici turistici; i consorzi di promozione turistica hanno visto i loro fondi drasticamente ridimensionati; lo scorso anno la Regione ha sottratto quattro milioni al fondo per la legge 18 sulle aree di confine e questo nonostante avessi con forza avvertito circa la necessità di incrementarlo. Questi sono i fatti.

Mi batterò in Consiglio regionale, insieme al gruppo del Partito Democratico, per un aumento delle risorse da destinare al settore sperando di trovare nella maggioranza un reale e coerente riscontro con le promesse dell’assessore. Ma tutto ciò non è sufficiente: e’ necessario lavorare non solo per l’emergenza ma per il futuro. In questo senso la Regione, assieme agli operatori turistici bellunesi, deve individuare progetti importanti e prioritari sui quali devolvere parte dei 530 milioni dei fondi FAS recentemente destinati dal governo al Veneto.

Sergio Reolon – consigliere regionale PD

 

Share
- Advertisment -



Popolari

Revocata la condanna penale agli animalisti per aver offeso Berlato e Caretta a Longarone nel 2015

Il giudice di pace di Belluno revoca la condanna penale al leader di Centopercentoanimalisti Paolo Mocavero e al leader del Fronte Animalista Roberto Serafin,...

Profumo di cirmolo. Festival della scultura in Val Comelico 4^ edizione

Prende il via questo fine settimana, il 7, 8 e 9 agosto, a Santo Stefano di Cadore la quarta edizione del Festival della scultura. Dalle...

Donazioni all’ospedale di Feltre dalla Sezione alpini di Feltre e Ail

Questa mattina sono state consegnate all’ospedale di Feltre due importanti donazioni. La Sezione di Feltre dell’Associazione Nazionale Alpini, sempre sensibile e disponibile nel supportare l’ospedale,...

Matteo Sponga è il nuovo direttore di Medicina Legale dell’Ulss Dolomiti

Matteo Sponga è stato nominato direttore della Unità Operativa Complessa di Medicina Legale dell’Ulss Dolomiti. L’UOC di Medicina Legale, afferente al Dipartimento di Prevenzione, svolge...
Share