13.9 C
Belluno
venerdì, Agosto 7, 2020
Home Cronaca/Politica Veneto strade e Arpav. Sernagiotto parla di mobilità dei dipendenti. ...

Veneto strade e Arpav. Sernagiotto parla di mobilità dei dipendenti. I consiglieri regionali del Pd insorgono: “Parole a vanvera. E’ questa l’unica soluzione che la giunta ha partorito?”

Sergio Reolon

“L’unico da licenziare è proprio lui e tutti gli amministratori regionali che hanno consentito, con le loro disattenzioni e i loro mancati controlli, il tracollo di enti come Veneto Strade e Arpav”.

E’ durissima la replica dei consiglieri regionali del Pd, Lucio Tiozzo, Bruno Pigozzo e Sergio Reolon, dopo le dichiarazioni rilasciate nel corso di una trasmissione televisiva dall’assessore regionale Remo Sernagiotto. Suo l’auspicio di una messa in mobilità dei dipendenti in esubero attualmente in forza ai due enti regionali.

“Quelle di Sernagiotto sono parole a vanvera, estremamente irresponsabili e che peraltro giungono da un assessore che dovrebbe occuparsi di tutt’altre materie. La cosa grottesca è che questa, al momento, è l’unica proposta partorita dalla Giunta per affrontare il rischio default di Veneto Strade. Da parte dell’assessore Chisso infatti dobbiamo ancora sentire uno straccio di strategia per affrontare questo momento di crisi, cosa che comunque il Pd farà molto presto sulla base di un’analisi approfondita che stiamo conducendo in questi giorni”.

In particolare Reolon ricorda come “il 50% delle strade gestite dalla società si trovano nel bellunese. Sernagiotto evidentemente non sa quello che dice: se si mettesse in pratica quanto ha avuto il coraggio di dichiarare, questo territorio si troverebbe immediatamente privo di ogni presidio di sicurezza e manutenzione stradale. Il suo è uno schiaffo a tutti quei lavoratori che hanno garantito fino ad oggi una presenza ed un impegno continuo sul campo, anche in condizioni di forte difficoltà”.

“Che siano questi – concludono Tiozzo, Pigozzo e Reolon – i sintomi di una sindrome da incontinenza mediatica che oltre Zaia ha colpito l’assessore Sernagiotto?”

Share
- Advertisment -



Popolari

Revocata la condanna penale agli animalisti per aver offeso Berlato e Caretta a Longarone nel 2015

Il giudice di pace di Belluno revoca la condanna penale al leader di Centopercentoanimalisti Paolo Mocavero e al leader del Fronte Animalista Roberto Serafin,...

Profumo di cirmolo. Festival della scultura in Val Comelico 4^ edizione

Prende il via questo fine settimana, il 7, 8 e 9 agosto, a Santo Stefano di Cadore la quarta edizione del Festival della scultura. Dalle...

Donazioni all’ospedale di Feltre dalla Sezione alpini di Feltre e Ail

Questa mattina sono state consegnate all’ospedale di Feltre due importanti donazioni. La Sezione di Feltre dell’Associazione Nazionale Alpini, sempre sensibile e disponibile nel supportare l’ospedale,...

Matteo Sponga è il nuovo direttore di Medicina Legale dell’Ulss Dolomiti

Matteo Sponga è stato nominato direttore della Unità Operativa Complessa di Medicina Legale dell’Ulss Dolomiti. L’UOC di Medicina Legale, afferente al Dipartimento di Prevenzione, svolge...
Share