Sunday, 25 August 2019 - 19:49
direttore responsabile Roberto De Nart

il Gruppo Consiliare del Partito Democratico e l’IdV formalizzano l’appoggio alla candidatura di Claudia Bettiol per la carica di sindaco di Belluno

Feb 23rd, 2012 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Claudia Bettiol candidato sindaco

Il gruppo consiliare del Pd sta assistendo con preoccupazione alle tensioni che attraversano partiti, gruppi e personaggi che nel Consiglio Comunale di Belluno hanno fatto, in questi ultimi anni, la storia concreta e positiva dell’opposizione alla giunta Prade e alla sua fallimentare gestione della città, nonostante l’occasione offerta da un’irripetibile “filiera” di centrodestra che da Roma a Venezia, dalla Provincia al Comune, avrebbe consentito di portare a compimento programmi ben più ambiziosi.
Non ne sono stati capaci e per questo vanno rimandati a casa.
Proprio per questo, in vista del rinnovo amministrativo di maggio, il gruppo consiliare del Pd ritiene che sia fondamentale, al di là di qualsiasi personalismo, cercare la più ampia convergenza tra le forze politiche e i movimenti che non si riconoscono nella pesante eredità che l’asse Lega-Pdl lascia sulle spalle della città e dei Bellunesi tutti.
Un appello che ci ha visti, in sede di partito e nella città, sempre alla ricerca di quanto può unire e non dividere il centrosinistra.
Per questo, oggi, siamo convintamente a fianco del Pd cittadino e di quelle forze che hanno riconosciuto nel programma elaborato dal Pd e nella candidatura di Claudia Bettiol il percorso che può riportare la città, in sintonia con il partito regionale e nazionale, a giocare a pieno titolo quel ruolo di capoluogo della montagna veneta che il fallimento di Bottacin e la pessima gestione di Prade e Zaia hanno mortificato in questi anni.   
In vista del voto amministrativo, il gruppo consiliare del Pd, pur comprendendo i distinguo e i “mal di pancia” di chi avrebbe preferito altri scenari, guardando alla realtà politica di oggi ritiene che sia urgente una chiara scelta di campo, proprio perché non ci interessa partecipare ai giochi e agli schieramenti tattici pro o contro qualcuno. 
Ci interessa molto, invece, costruire quell’alleanza in grado di essere la più forte politicamente, l’unica capace di rapportarsi con Venezia e con Roma, e in grado a Belluno di riunire e rappresentare tutte le anime non solo del  centrosinistra ma anche di quanti vogliono solo che la città sia finalmente amministrata bene.
Quello che serve, oggi, è una scelta di campo per Belluno.  A fianco del Pd e a sostegno della candidatura a Sindaco di Claudia Bettiol.

Gruppo consililiare Pd di Belluno
Italia dei Valori. Angelo Levis: “quella di Claudia Bettiol è l’unica candidatura davvero sostenibile”

Come I.D.V. abbiamo cercato di arrivare alle elezioni amministrative di Belluno con quell’unità del centrosinistra che da sempre gli elettori che fanno riferimento a quest’area ci chiedono. Avevamo chiesto al P.D., quale forza maggioritaria della coalizione, di decidere un nome da presentare e da proporci come candidato sindaco. Su tale scelta decidevamo se continuare quest’alleanza o proseguire da soli.
Infatti come I.D.V. credevamo, viste le precedenti elezioni, che questa volta si dovesse tentare la strada del candidato condiviso, senza creare fratture in una competizione di primarie all’ultimo sangue specie se rapportata sui piccoli numeri come per la città di Belluno.
Forse si è arrivati a prendere le decisioni in poco tempo creando scontento a destra e a manca. Sicuramente queste scelte non hanno accontentato tutti. Tanto che qualcuno ora, dopo anni di militanza nel partito, si ritrova a criticare aspramente queste decisioni, comunque assunte in modo democratico.
Personalmente, comunque, considero la figura del sindaco come portavoce della coalizione che lo sostiene più che figura leader. Ho il desiderio da sempre che siano i programmi a fare la differenza tra le coalizioni in contrapposizione. Pertanto come I.D.V. porteremo all’interno della coalizione le nostre idee, proposte che riteniamo importanti e innovative e su queste cercheremo l’appoggio delle persone di cui, da sempre, intendiamo interpretare i bisogni.
Ecco perché mi sento di esortare il mondo politico a svegliarsi e chiedo: vista la situazione generale e le poche risorse non è forse il caso di fare le primarie dei programmi? Forse sogno, ma nella realtà dei fatti si sono già create fazioni, alleanze in contrapposizione netta. E così vedremo come gli elettori decideranno al primo turno su chi mandare avanti.
Mi pare però che nel centrosinistra rimanga una sola candidata davvero sostenibile: Claudia Bettiol. Certo, il programma di una città si basa su punti di programma che ricadono sulla vita di tutti i giorni ed un partito come l’I.D.V., che da sempre fonda le sue basi sulla non appartenenza ideologica, lo ha nel DNA. Sarà dunque mia cura verificare se all’interno di queste liste civiche in contrapposizione alla candidatura della Bettiol vi siano veramente persone illibate politicamente o solamente mascherate dietro liste non partitiche. L’I.D.V. su questo farà una scelta di apertura alla società civile, con persone non tesserate e provenienti da varie associazioni.
Per questo senza remore, anzi in un crescendo di convinzione sulla lettura dei fatti di questi giorni l’I.D.V. sostiene la candidata Sindaco Claudia Bettiol. Ci pare la scelta corretta in quanto a competenza ed esperienza ma soprattutto la Bettiol possiede quella capacità di analisi e sintesi da sempre il punto debole in coalizioni numerose.

Angelo Levis – Direttivo I.D.V. Belluno

 

 

Share

Comments are closed.