Sunday, 25 August 2019 - 20:13
direttore responsabile Roberto De Nart

Farsa di martedì grasso in Regione, sull’unione dei Comuni: “La giunta presenta due proposte di legge contraddittorie”

Feb 21st, 2012 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Laura Puppato“Quanto è accaduto oggi è davvero degno del martedì grasso: una farsa in piena regola. Cosa pensare altrimenti del fatto che Ciambetti e Finozzi, due assessori della giunta Zaia, abbiano presentato altrettante proposte di legge sulle Unioni dei Comuni, peraltro molto differenti tra loro nei contenuti?” La presa di posizione è della capogruppo del Pd in Consiglio regionale, Laura Puppato, del vice presidente del Consiglio, Franco Bonfante e del vice presidente della commissione bilancio, Piero Ruzzante.

Proprio sulla base di quanto si è verificato oggi nel corso della seduta della prima commissione, i tre esponenti democratici puntano l’indice su quella che definiscono “un’anomalia, perché la Giunta, secondo il nuovo regolamento (art. 20 comma 5) è tenuta a presentare un solo disegno di legge sulla stessa materia”. “Al di là del fatto che riteniamo una violazione del regolamento la decisione di abbinare i due testi, emerge in maniera evidente la distanza tra la proposta Ciambetti, che sostanzialmente abolisce le comunità montane, e quella di Finozzi che invece propone una sorta di rafforzamento delle stesse”.   Puppato (nella foto), Bonfante e Ruzzante annunciano quindi la “richiesta di parere alla giunta per il regolamento” senza rinunciare a sottolineare come “evidentemente in Giunta gli assessori, tra l’altro entrambi della Lega, non si parlano. E’ il segnale di un litigio interno che non accenna a placarsi, a danno del Veneto. Anche perché si rischia con questo andazzo di non risolvere la questione delle Unioni dei Comuni prima della scadenza del 30 giugno: dopo quella data di fatto la Regione perde il diritto ad esercitare la propria autonomia decisionale e la palla passerà allo Stato”.   “Per quanto ci riguarda la nostra posizione è netta. Siamo per una riduzione degli enti intermedi e per una semplificazione del governo del territorio: solo così si può ottenere una decisa riduzione dei costi della politica e degli apparati amministrativi”.

Share

One comment
Leave a comment »

  1. Puppato: non ce ne frega niente delle comunità montane! vogliamo la provincia di Belluno autonoma come Trento!