Saturday, 17 August 2019 - 12:36
direttore responsabile Roberto De Nart

Veneto strade: mentre il Pd bellunese fa appello per il salvataggio della società, il Pd veneto denuncia il mancato recupero di crediti per 2 milioni

Feb 17th, 2012 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

“Per forza Veneto Strade è sull’orlo del fallimento. Come si fa a non recuperare nel corso di 10 anni un credito di oltre 2 milioni?” Il caso viene sollevato con un’interrogazione dai consiglieri regionali del Pd, Franco Bonfante, Roberto Fasoli e Sergio Reolon, che entrano così nelle pieghe della situazione di crisi in cui versa Veneto Strade. I tre esponenti democratici fanno riferimento al “debito accumulato da Avip S.pA. , con sede in Torino, che ha avuto in concessione per molti anni numerosi spazi di cartellonistica stradale di cui è titolare Veneto Strade S.p.A. Questo debito supererebbe i 2 milioni di euro, una cifra che ha preso corpo a partire dal 2002”. Nell’interrogazione si evidenzia il fatto che “Avip, società ora in liquidazione, intende trasferire le concessioni in corso, mai pagate, ad una nuova ditta denominata Avip Italia S.r.l.” e che “sarebbe intenzione di Veneto Strade accogliere la richiesta di trasferimento in cambio di un pagamento pari al 12% del debito maturato in 10 anni di mancati pagamenti”. Ed in conclusione Bonfante, Fasoli e Reolon oltre a ritenere “necessario che il Consiglio Regionale sia messo nelle condizioni di conoscere la situazione dei crediti e delle riscossioni di Veneto Strade”, chiedono alla Giunta “se non ritenga di intervenire al fine di accertare le responsabilità per le omissioni ed i ritardi, recuperando le perdite che ne sono derivate”.

Share

Comments are closed.