Tuesday, 15 October 2019 - 11:09
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Veneto strade. Bond e Cortelazzo: “Evitiamo il default. Ora le priorità sono i posti di lavoro e la manutenzione ordinaria”

Feb 17th, 2012 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Piergiorgio Cortelazzo e Dario Bond

“La situazione è seria, per questo dobbiamo superare qualsiasi attrito e concentrarci su alcune priorità, come la manutenzione ordinaria delle strade e la salvaguardia dei posti di lavoro, che in un momento come questo non possono essere persi. Veneto Strade deve poter andare avanti con dignità e con la stessa energia che fino a oggi ha permesso di conseguire grandi risultati. Fermiamoci e ragioniamo a bocce ferme. Condannare a una lenta eutanasia una società, fiore all’occhiello della nostra Regione fino all’altro ieri, non conviene davvero a nessuno”.   A dirlo sono il capogruppo del Pdl in Consiglio regionale e il suo vice Dario Bond e Piergiorgio Cortelazzo, che nei giorni scorsi per primi avevano sollevato la questione dell’assenza di risorse, dicendosi allo stesso tempo pronti a non votare il bilancio di previsione per il 2012 nel caso la giunta confermasse l’intenzione di non prevedere nessuna risorsa per Veneto Strade.   “Confermiamo la nostra linea convinti che azzoppare Veneto Strade sia deleterio per tutti, a cominciare dal tessuto economico regionale”, proseguono Bond e Cortelazzo, che allo stesso tempo chiedono a tutte le forze politiche del Consiglio di sostenere la battaglia per recuperare risorse e garantire l’operatività di Veneto Strade: “Senza manutenzione non si garantisce la sicurezza sulle strade, senza piccole opere non si farà ripartire l’economia. Facciamoci parti diligenti e salviamo la società e le sue innegabili professionalità”.   Bond e Cortelazzo si appellanno in particolare al capogruppo della Lega Federico Caner: “Caro Federico, sappiamo che hai ricevuto forti pressioni per porre fine all’esistenza di Veneto Strade ma ti chiediamo di guardare oltre e lavorare perchè le buche sulle strade di oggi non diventino i crateri di domani. Ci appelliamo con la solita stima al tuo realismo e al tuo senso di responsabilità”, concludono Bond e Cortelazzo.

Share

Comments are closed.