Tuesday, 15 October 2019 - 13:52
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Meteo Veneto. Stato di attenzione per probabili nevicate fino a domenica mattina

Feb 9th, 2012 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Il Centro funzionale Decentrato della Protezione Civile del Veneto ha dichiarato lo stato di attenzione per nevicate sull’intero territorio regionale dalla serata di oggi, giovedì 9 febbraio, fino alla mattinata di domenica 12. Le previsioni meteo preannunciano infatti da stasera e fino alla mattinata di domani venerdì 10 febbraio e per l’intera giornata di sabato 11 febbraio precipitazioni nevose anche in pianura, con clima rigido e gelate. In particolar modo, le nevicate saranno sparse sulla pianura nord orientale e diffuse su quella centro occidentale per la giornata di giovedì, mentre saranno diffuse su tutto il territorio regionale per la giornata di sabato, interessando comunque maggiormente i settori centromeridionali e occidentali della pianura veneta.

Il clima particolarmente rigido e ventoso, anche dopo l’evento nevoso, favorirà la formazione e la persistenza di ghiaccio; si raccomanda perciò agli enti gestori delle infrastrutture stradali e ferroviarie di assumere ogni iniziativa atta a garantire la funzionalità e la sicurezza della viabilità.

E’ richiesta la piena operatività delle componenti del Sistema di Protezione Civile, che si attiveranno secondo quanto previsto dai rispettivi Piani di Protezione Civile, dichiarando, qualora rilevassero particolari criticità, lo stato di allarme.

Al momento non è attivata la sala operativa di Coordinamento Regionale in Emergenza (Co.R.Em.), mentre è attivo il servizio di reperibilità per la segnalazione di ogni eventuale situazione di emergenza.

Lo scenario atteso non prevede, ad oggi, quantitativi nevosi particolarmente abbondanti: qualora localmente questi si verificassero, i Comuni interessati provvedano, secondo necessità, ad allertare il sistema locale di protezione civile al fine di garantire i necessari interventi a supporto della popolazione, che potrebbe prevedere per eventuali casi isolati e particolarmente critici, e in analogia alle prescrizioni indicate dal Dipartimento Nazionale di Protezione Civile per alcune Regioni, anche interventi eccezionali (attivazione di centri di accoglienza riscaldati per la popolazione dislocata in zone critiche a rischio isolamento o in cui si siano verificati danni alla rete elettrica, e di attivarsi per il monitoraggio della disponibilità operativa degli esercizi pubblici essenziali).

Share

Comments are closed.