Tuesday, 15 October 2019 - 10:40
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Area del Cansiglio. Bond: “Qualsiasi piano di alienazione o di sviluppo non può prescindere dal confronto con le comunità locali”

Feb 9th, 2012 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Dario Bond

“Qualsiasi ragionamento sul futuro del Cansiglio non può prescindere dal coinvolgimento diretto delle comunità locali. Di questo la giunta dovrà tenere conto se non vorrà andare incontro a forti proteste e malumori. Anche per questo si recuperi quanto stabilito con la legge finanziaria del 2010”.
A dirlo è il capogruppo del Pdl in Consiglio regionale Dario Bond dopo che in Assemblea si è discusso della mozione presentata da alcuni consiglieri di opposizione che vuole impegnare la giunta a tutelare e valorizzare il patrimonio del Cansiglio.
“Venezia non può e non deve imporre nulla senza aver interessato le popolazioni locali”, avverte Bond. “E questo deve riguardare senza pregiudizi sia la partita delle alienazioni che quella dello sviluppo e della valorizzazione della foresta”.
Allo stesso tempo Bond ricorda come in realtà sul nodo del Cansiglio ci sia già una norma chiara e precisa quanto – almeno fino a oggi – inattuata. “Mi riferisco all’articolo 75 della legge finanziaria del 2010 che autorizzava la giunta a istituire proprio sul Cansiglio un tavolo permanente coinvolgendo gli enti locali, Veneto Agricoltura, le comunità scientifiche, le associazioni ed organizzazioni culturali, ambientaliste e sociali interessate. Mi chiedo solo perchè questa disposizione sia rimasta lettera morta. Basterebbe fare cio che è scritto. Non parliamo di una disposizione programmatica ma di una legge”.
Di seguito l’articolo 75 della legge finanziaria del 2010:
Art. 75 – Contributo per un piano di valorizzazione e salvaguardia dell’area del Cansiglio.
1. Al fine di predisporre un piano generale ed integrato di riqualificazione ambientale, naturalistica, sociale ed economica dell’area del Cansiglio, la Giunta regionale è autorizzata ad istituire un tavolo permanente coinvolgendo gli enti locali, Veneto Agricoltura, le comunità scientifiche, le associazioni ed organizzazioni culturali, ambientaliste e sociali interessati della comunità locale.

2. Per la definizione del piano generale di cui al comma 1, il tavolo permanente per la valorizzazione del Cansiglio raccoglie le varie proposte di tutela e valorizzazione finora presentate, predispone una carta dei principi per la salvaguardia e la valorizzazione del Cansiglio, formula le linee di indirizzo per la tutela delle aree di pregio naturalistico ed ambientale, definisce linee guida ed attività per il sostegno all’economia locale rispettosa delle risorse naturalistiche, dei prodotti tipici e delle tradizioni storiche delle comunità locali.

3. Agli oneri derivanti dall’attuazione del presente articolo, quantificati in euro 5.000,00 per l’esercizio finanziario 2010, si fa fronte con le risorse allocate all’upb U0085 “Studi, ricerche ed indagini al servizio del territorio” del bilancio di previsione 2010.

Share

Comments are closed.