13.9 C
Belluno
sabato, Agosto 8, 2020
Home Cronaca/Politica Aquedotto: allarme gelo e carenza idrica a Belluno e Pedavena

Aquedotto: allarme gelo e carenza idrica a Belluno e Pedavena

Temperature sotto zero e freddo siberiano in tutta la provincia: scatta l’allarme gelo anche per le condotte idriche. Sono numerose le telefonate pervenute nella mattinata odierna e in tutto il fine settimana agli uffici di Bim Gsp da parte di cittadini che, da tutta la provincia, segnalano il medesimo problema: mancanza d’acqua in casa dovuta al congelamento dell’acqua nei tubi dell’allacciamento. Un centinaio in tutto il fine settimana, una quarantina nella mattinata odierna, ma il numero è destinato necessariamente ad aumentare. «Questa problematica – spiega la società – è diffusa in inverno ed è dovuta al fatto che vi sono allacciamenti dove le condotte non sono sufficientemente interrate: con le basse temperature, quindi, l’acqua presente nei tubi si ghiaccia e si blocca il flusso. Non è la prima volta, quindi, che riceviamo segnalazioni di questo tipo, ma la particolarità di questi giorni è il numero elevato e la concentrazione: tante in pochi giorni, la maggior parte in quest’ultimo fine settimana. Va da sé che i tempi di intervento per effettuare la sgelatura necessariamente si rallentino». Ma non è l’unico disagio ad affliggere i bellunesi in questo periodo: ora inizia a farsi sentire anche qualche sporadico episodio di carenza idrica. Nel fine settimana è toccato alla zona di Cavarzano a Belluno, dove l’erogazione dell’acqua è avvenuta a singhiozzo tra venerdì sera e sabato. Analoga sorte è toccata a Pedavena, dove, da venerdì, nelle zone di Fiere e Venezia Secca manca l’acqua a tratti durante la giornata e potrebbe mancare, nei prossimi giorni, anche nelle vie Canaletto, Boion e Spiesa (circa 200 utenze). «La sorgente Boa, piccola e superficiale, in questo periodo ha poca acqua ed il serbatoio collegato, nelle ore di punta, si svuota rapidamente. A tratti, quindi, durante la giornata può succedere che per qualche ora non vi sia l’acqua in rete, fino a quando il serbatoio non si è riempito nuovamente. Invitiamo, quindi, l’utenza a fare un uso parsimonioso della risorsa e ad evitare inutili scorte che fanno calare bruscamente il livello dell’acqua e rallentano il riempimento».

Share
- Advertisment -



Popolari

Alpe del Nevegal: già in evidenza Merli e Faggioli alla prima sessione della gara

  Se il buongiorno si vede dalla prima salita di prove del mattino, la 46ma Alpe del Nevegal farà faville. La prima sessione di salite di...

Presentata questa mattina la squadra bellunese del Pd per le elezioni regionali

Sono stati presentati questa mattina al gazebo in piazza dei Martiri a Belluno i 5 candidati bellunesi del Partito democratico per le elezioni regionali...

Movimento 3V Libertà di scelta

C'è anche una voce fuori del coro nel panorama politico che in questi giorni preme sotto l'effetto della campagna elettorale per le regionali del...

Crac banche venete. Trasparenza della Regione: pubblicati nel Bollettino regionale gli atti esecutivi con le pagine bianche. I truffati impossibilitati a scegliere il loro...

La Regione del Veneto, sovente, è indicata dai reggenti pro-tempore come esempio di buona amministrazione, i media - specie quelli regionali - raccolgono il...
Share