Monday, 19 August 2019 - 04:56
direttore responsabile Roberto De Nart

Incendio in una rivendita veicoli in località Villanova di Longarone

Feb 4th, 2012 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Alle 2 di notte di venerdì 3 febbraio la sala operativa dei Vigili del fuoco di Belluno è stata allertata per un incendio ad un fabbricato in località Villanova. Le prime squadre intervenute dal comando di Belluno hanno constatato che un furioso incendio era in atto nei locali al piano terra dell’edificio, adibiti ad esposizione e vendita di motocicli e quadricicli della ditta G.P. Racing Team. Sono stati subito allertati i rinforzi che hanno visto l’intervento complessivo di 22 unità dei Vigili del fuoco permanenti del comando di Belluno (17) e del distaccamento di Pieve di Cadore (5) e 2 unità del comando di Treviso, di supporto per il rifornimento delle scorte di liquido schiumogeno antincendio. Sono intervenuti inoltre 8 unità di Vigili volontari dei distaccamenti di Longarone (4), Pieve d’Alpago (2) e Belluno (2). Oltre a 13 mezzi complessivamente impiegati. L’intervento è durato fino all’alba ed ha permesso di domare le fiamme, evitando che l’incendio si propagasse alle due abitazioni soprastanti dei proprietari dell’edificio ed all’altro edificio presente nelle vicinanze, ove il calore dei fumi e l’irraggiamento termico ha provocato la rottura dei vetri di alcune finestre. Un’ambulanza di passaggio nella zona al momento dell’incendio è stata utilizzata per il trasporto precauzionale al pronto soccorso di Belluno di tre persone residenti nelle due abitazioni soprastanti, colte da leggero malore. I danni provocati dall’incendio alle strutture ed agli impianti dei locali del piano terra sono ingenti e tali da determinarne l’inagibilità. ulteriori danni, ma meno gravi, si sono rilevati anche sulle murature e sugli impianti degli appartamenti del primo piano. Sono attualmente in corso le indagini sulle cause dell’incendio, rese particolarmente difficili dalla distruzione totale dei materiali contenuti all’interno dell’officina, ove si è sviluppato originariamente l’incendio ed ove erano custoditi mezzi in riparazione con attrezzature, impianti e sostanze infiammabili e combustibili che di per sè potevano costituire un pericolo intrinseco. Per questo sono stati fatti intervenire questa mattina anche 2 unità del nucleo specialistico N.b.c.r. di Mestre per le indagini strumentali e chimiche di laboratorio su campioni dei materiali bruciati, alla ricerca di eventuali sostanze pericolose sospette. gli esiti saranno presumibilmente disponibili già la prossima settimana. Del fatto è stato informata l’autorità giudiziaria per le ulteriori indagini ed i provvedimenti del caso. presenti sul posto anche carabinieri e personale Arpav.

Share

Comments are closed.