Friday, 14 December 2018 - 11:49

114 studenti visitano 5 aziende bellunesi nel pmi day indetto da Confindustria

Nov 30th, 2011 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Ribadire il ruolo sociale ed economico delle pmi e trasferire ai giovani la voglia di impresa.  A Belluno, grazie all’adesione   appassionata degli imprenditori e al dialogo instaurato tra il mondo della scuola e quello dell’imprenditoria, l’obiettivo della giornata nazionale delle pmi è stato raggiunto.
Antico è di Sedico, DeBiasio Progetti di Belluno, Fre tor di Pieve d’Alpago, Technowrapp di Fonzaso e Vemer di Feltre sono le cinque imprese bellunesi associate a Confindustria Belluno Dolomiti che nei giorni scorsi aderendo all’iniziativa, hanno ospitato un totale di 114 ragazzi provenienti da 5 Istituti Superiori della provincia.
“le nostre piccole e media aziende sono il motore dell’economia – afferma Paolo Montagner , presidente della Piccola Impresa di Confindustria Belluno Dolomiti a conclusione della giornata – “questa iniziativa ha permesso di riaffermare il ruolo dell’impresa nel sistema economico e nella società civile e di trasferirlo ai giovani che rappresentano il nostro futuro”.
Per gli imprenditori che hanno aperto le porte delle loro imprese agli studenti è  stata un’occasione per far capire come si lavora in azienda. I ragazzi hanno osservato da vicino la struttura e l’organizzazione, gli impianti, i macchinari e le persone che  compongono e  definiscono l’eccellenza di un’impresa. Un’esperienza positiva per gli studenti che, nonostante provenissero esclusivamente dagli Istituti Tecnici bellunesi, hanno rivelato di non aver mai avuto la possibilità concreta di visitare così da vicino una vera azienda. Gli imprenditori hanno spiegato il valore, il ruolo e il contributo che le piccole industrie offrono alle comunità locali in termini economici e culturali sottolineando l’eticità che deve stare alla base del fare impresa e l’impegno costante che ogni capitano di azienda deve dedicare alla propria attività.

Alunni attenti, spigliati capaci di cogliere ogni particolare,  hanno apprezzato la concretezza dell’iniziativa e hanno osservato con interesse e impegno ogni passaggio del processo produttivo al quale hanno assistito. I ragazzi confidano che la giornata delle piccole e medie imprese non resti un proposta isolata, ma che si inserisca in un progetto più ampio che conduca ad una collaborazione continua e condivisa tra gli studenti e l’impresa. Il mondo dell’imprenditoria risultava un’entità lontana da loro, dopo questa esperienza hanno espresso il desiderio di continuare ad approfondire questi aspetti e la volontà e la curiosità di proseguire attraverso  questo percorso.

I cinque docenti degli istituti superiori hanno condiviso con gli studenti ogni momento della visita, consapevoli  che la collaborazione e lo scambio tra  scuola e impresa  è fondamentale per capire i reali bisogni delle aziende e per riuscire a trasferire nuove competenze e  professionalità agli studenti.

“Iniziative come questa permettono di sviluppare nuove modalità didattiche  e di rendere più attraenti per i ragazzi e le famiglie le specializzazioni tecniche – spiega Claudia Greggio insegnante all’Itc Calvi di Belluno  – I luoghi di lavoro sono contesti cognitivi, sede di relazioni sociali fondamentali per fornire agli allievi conoscenze aggiornate sull’organizzazione del lavoro, sulla cultura d’impresa, sui mercati di riferimento, sui contratti ed infine sullo sviluppo sostenibile. All’Antico è gli studenti hanno esaminato un caso di  marketing applicato ad un situazione concreta,  quindi hanno seguito un aspetto attinente al loro percorso di studio. Per i ragazzi è stato fondamentale percepire che si trattava del caso tangibile di un’azienda che opera con successo  anche sul mercato globale”.

Paolo Montagner esprime soddisfazione per l’esito positivo che ha ottenuto il pmi day a Belluno e rinnova il proprio auspicio: “la nostra aspirazione è quella di diffondere nei giovani la voglia d’impresa coinvolgendo in questo delicato compito anche gli insegnanti, che hanno un ruolo fondamentale nell’orientamento degli studenti. L’impresa  è un luogo dove si esprime e si tramanda il saper fare; un luogo che con capacità, competenza e voglia di mettersi in gioco offre grandi gratificazioni e possibilità di crescita professionale”.

Share

Comments are closed.