Wednesday, 19 September 2018 - 03:32

“Chiamata a raccolto”, sabato a Vellai, con il Gruppo Coltivare condividendo

Nov 24th, 2011 | By | Category: Appuntamenti, Pausa Caffè

La giornata dedicata a biologico, biodiversità, filiera corta, paesaggio, sostenibilità che si terrà sabato 26novembre presso la Scuola Agraria di vellai di Feltre sta suscitando notevole interesse sia in provincia che fuori
L’evento organizzato dal Gruppo Coltivare Condividendo, dall’associazione Dolomiti bio, dal coordinamento dei GAS della provincia di Belluno e dall’ IIS Agrario di Feltre è già riuscita a coinvolgere una ventina di espositori Oltre a un buon numero di “salvatori e scambiatori di sementi” (pratica antichissima che in questi anni, in cui qualcuno vorrebbe brevettare i semi, sta assumendo un valore non indifferente) troveranno spazio nella palestra dell’ Istituto anche altre belle e virtuose esperienze

Ad iniziare dagli orti dei ragazzi della Skasera (finalizzati al “fare assieme” e all’ auto finanziare attività culturali e di socialità) e di quelli di Arson (che vivono quasi esclusivamente grazie ai frutti dei loro grandi orti biologici e sinergici)
Non mancheranno i banchetti di AveProBI e Aiab (associazioni che promuovono a livello regionale e nazionale l’agricoltura biologica), del GASdotto (il coordinamento dei GAS bellunesi, un fenomeno in vertiginosa crescita che coinvolge centinania di famiglie), di “un punto macrobiotico” (che ci parlerà di alimentazione e di auto produzione di sementi), di “pubbliche energie” (per un energia pulita sui tetti delle case e non sui campi coltivabili) e di “settimo cielo” (che ci propone l’auto produzione di oli essenziali da erbe spontanee)

Un posto di rilievo lo avranno la mostra dei frutti antichi del Gruppo Spazi in Frutto di Ponte nelle Alpi e il Consorzio del Fagiolo Gialet (un seme antico ora presidio slow food). Unico consorzio bellunese e tra i dei pochi a livello nazionale con un disciplinare biologico, un fagiolo che sta avendo un successo clamoroso. A pochi mesi dalla raccolta non è facile trovare prodotto vista la massiccia richiesta dello stesso Ciò spalanca notevoli prospettive per chi volesse dedicarsi, avendo un buon margine di guadagno, alla coltivazione del Gialet.
Ma a parlarci delle potenzialità di un agricoltura sana, rispettosa di ambiente, territorio e paesaggio sarà anche l’associazione “Dolomiti bio” Costituita da una quindicina di aziende biologiche bellunesi sta promuovendo un idea nuova di agricoltura, innovativa e dalla grandi potenzialità. Le produzioni delle aziende associate sono davvero molte.. frutta, verdura, miele, fagioli, cereali, piantine da orto, confetture, succhi ed è ottimo il gradimento riscontrato in provincia e soprattutto fuori.

La giornata del 26 novembre dimostrerà che la collaborazione tra queste realtà virtuose rappresenta il futuro  per questa nostra Provincia. Non serve copiare modelli di cosidetto sviluppo (intrisi di pesticidi, sbancamenti, diserbanti e veleni) da trentino o trevigiano, ma è vitale si dia risalto a un operare lento e diffuso che lega territorio, paesaggio, mangiare sano e tipico, coltivare sostenibile, biodiversità a un turismo sostenibile.

Invitiamo tutti non solo a partecipare alla giornata del 26 novembre alla scuola agraria di Vellai ma anche a stimolarci con idee, proposte, conoscenze, esperienze per costruire assieme a tutti quanto noi un cammino condiviso che consenta a questa nostra Terra e a noi tutti di esprimere appieno potenzialità e tipicità
Per informazioni: www.coltivarcondividendo.blogspot.com
GRUPPO COLTIVARE CONDIVIDENDO – www.coltivarcondividendo.blogspot.com

Share

Comments are closed.