13.9 C
Belluno
mercoledì, Maggio 27, 2020
Home Cronaca/Politica Nominato il nuovo consiglio di amministrazione di Bim infrastrutture. Nella prima riunione...

Nominato il nuovo consiglio di amministrazione di Bim infrastrutture. Nella prima riunione a 3 membri scelto come presidente Bruno Zanolla

 

Bruno Zanolla

E’ stato nominato oggi il nuovo consiglio di amministrazione per Bim Infrastrutture spa. Sono stati 58 i presenti al momento delle votazioni all’assemblea indetta ieri al centro Giovanni XXIII per la nomina del nuovo cda che per i prossimi 3 anni dovrà guidare l’azienda dei 67 Comuni Bellunesi che possiede le reti del gas naturale della provincia di Belluno. «Nel 2003 è stata una scelta strategica quella di suddividere la distribuzione locale (Bim Gsp) dalle reti (Bim Infrastrutture), alla luce della gara europea, imposta dal decreto Letta che bisognerà affrontare per la distribuzione e che sarà uno dei punti strategici del nuovo mandato» ha detto il presidente Bruno Zanolla. Lo stesso è stato riconfermato nel primo cda tenutosi oggi per la nomina del presidente. Il vice-sindaco di Quero era il nome indicato dall’assemblea di Belluno, Feltre e Alpago. Nominati a maggioranza con voto palese anche i consiglieri indicati dalla vallata di Agordo, Loretta Ben (sindaco di Taibon) e da quella del Cadore, Alberto Granz (sindaco di Sappada) come consiglieri del nuovo cda, che viene ridotto a 3 membri totali. I due nuovi consiglieri nominati oggi vanno a sostituire 4 predecessori: Bruno Bulf (ex sindaco Taibon Agordino), Guido Calvani (ex sindaco Vodo di Cadore), Rizieri Ongaro (ex sindaco Cencenighe Agordino) e Silvano Pontil Scala (sindaco San Pietro di Cadore).
Ha votato contrario solo Tiziano Da Col (La Valle Agordina), che ha sostenuto di non essere stato contattato sulla scelta del nome. Ermes Vieceli (San Gregorio), invece, non ha partecipato alla votazione per la scelta fatta di rimettere in cda sindaci. Gli amministratori pubblici, comunque, non riceveranno alcun compenso fino alla fine del mandato nel loro Comune. Ci sono stati, infine, 5 astenuti: Sovramonte, Sappada, Livinallongo Col di Lana, Mel e Trichiana.

Share
- Advertisment -

Popolari

Danza. Donazzan: “Settore penalizzato nella ripresa. Presto linee guida per scuole e spettacoli”

Venezia, 27 maggio 2020  -  “Le scuole di ballo e la danza sportiva, disciplina molto seguita e diffusa nel mondo e che genera turismo...

Nevegal. Bortoluzzi: “Piena disponibilità della Provincia a lavorare per l’estate”

«Da parte della Provincia, piena disponibilità a collaborare per il Nevegal. La stagione estiva alle porte potrebbe rappresentare un’occasione di rilancio per il Colle»....

Fondo montagna: erogati 21,7 milioni alle Regioni.

Sono state erogate alle Regioni le annualità 2016-2019 del Fondo Nazionale per la Montagna, gestito dal Dipartimento per gli affari regionali e le autonomie....

Promozione turistica. La Dmo approva il bilancio e presenta il nuovo piano estate-autunno 2020

La Dmo Dolomiti approva il bilancio consuntivo 2019 e il piano per superare l’emergenza 2020. «Un vastissimo programma di promozione per seminare turismo oggi,...
Share