Tuesday, 16 October 2018 - 13:07

Grande successo per la rassegna Inform@. Quasi tremila visitatori presso i trentadue stand allestiti a Sedico

Nov 21st, 2011 | By | Category: Prima Pagina, Scuola

Si poteva immaginare che “Inform@” sarebbe nata come la sorella minore di “Orient@”. E invece nessuno degli organizzatori della rassegna sulla offerta formativa provinciale si aspettava un simile successo di pubblico.
Tra sabato 19 e domenica 20 novembre, a Sedico, presso i nuovi locali del Centro di Formazione Professionale Maestranze Edili (CFPME) (gratuitamente concessi), si è tenuta “Inform@ 2011”, la manifestazione voluta dall’Amministrazione Provinciale di Belluno, l’Ufficio Scolastico ed il Coordinamento delle reti di Orientamento – e con il contributo del Forum delle Associazioni di Genitori – per offrire ai genitori e ai ragazzi la possibilità di aggiornare le proprie conoscenze sull’offerta formativa presente nel territorio provinciale dopo la terza media.
Moltissime le famiglie che hanno risposto all’invito, con un’affluenza di pubblico che ha quasi toccato quota tremila visitatori, tra sabato e domenica. Tanti gli stand allestiti per l’occasione: trentadue tra quelli degli istituti scolastici e quelli dei centri di formazione esistenti in tutto il territorio provinciale.
Molti sono stati i partecipanti alla conferenza che ha visto esperti di orientamento lavorare di domenica pomeriggio per individuare le strategie di lavoro per i prossimi anni: per esempio, distinguere nettamente i momenti di promozione delle scuole (di qui il nome “Inform@”), da quegli spazi di orientamento alla scelta, che presuppone l’intervento di esperti del settore. Grande la soddisfazione dei genitori che hanno più volte espresso il gradimento per aver potuto godere anche quest’anno di una “piazza” dove trovare tutti i percorsi possibili nel territorio provinciale dopo la scuola media. Tanta anche la soddisfazione degli standisti che hanno notato un altissimo interesse e un’alta qualità delle domande poste dai ragazzi e dai loro genitori.

Share

Comments are closed.