Sunday, 24 June 2018 - 14:56

L’intervento dell’assessore Tiziana Martire e la risposta del consigliere Jacopo Massaro

Nov 18th, 2011 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore

Tiziana Martire

Per rispetto ai nostri lettori e la leggibilità dell’articolo, limitiamo all’essenziale quanto dichiarato in una nota dall’assessore al bilancio Tiziana Martire che, evidentemente, come osservato da Massaro, si è avvalsa di qualcuno nel redigere il comunicato.
Nel Corriere delle Alpi di oggi Massaro aveva ricordato che la giunta Prade aveva sforato il Patto di stabilità determinando minori trasferimenti al Comune di Belluno che ora è in difficoltà nella manutenzione ordinaria delle frazioni, come ha osservato l’assessore Luciano Reolon. E non ha potuto avviare il recupero delle Scuole Gabelli.
“E’ sbagliato sostenere che l’Amministrazione Prade scientemente ha deciso di non restaurare le scuole Gabelli” dichiara Tiziana Martire, che assicura essere invece favorevole e con lei il sindaco Prade al restauro delle storiche scuole. “Tuttavia – prosegue l’assessore Martire – ci vogliono circa 5 milioni di euro per i lavori. Soldi che oggi non ci sono e la situazione economica attuale non ci consente di essere ottimisti nel breve periodo. Inoltre, la sua proprosta di qualche tempo fa, bocciata in Consiglio Comunale, mirava ad impiegare per le Gabelli un corposo finanziamento che il Ministero delle Infrastrutture ha vincolato per altre scuole della Città (vecchie scuole di Levego, elementari di Mussoi, materna Cairoli e palestra della Nievo).

“Dal comunicato dell’Assessore Martire si capisce che il Comune ha riassunto il portavoce – ironizza Massaro – fondamentale figura, pagata dai cittadini, delegata alla polemica”. Inizia così la replica del Capogruppo di opposizione Jacopo Massaro all’Assessore Martire che, cercando di difendere lo sforamento del patto di stabilità, lo aveva attaccato.
“Nel suo intervento – prosegue Massaro – l’assessore ha evitato accuratamente di ricordare le spese, da lei fortemente volute, per i nuovi dirigenti, per la superconsulenza svizzera da 100.000 euro l’anno (più villetta ed auto), per lo stesso portavoce, per griglie roventi e per tante altre voci, la cui utilita’ per i cittadini e’ a tutt’oggi un mistero ben celato. “Per quanto riguarda invece le scuole Gabelli – conclude Massaro – ricordo che sto ancora aspettando da mesi la documentazione relativa ai due crolli, che improvvisamente pare misteriosamente sparita. Anziché impegnare il portavoce per diffondere polemiche approssimative, suggerirei di utilizzarlo per cercare quella documentazione: l’Assessore potrebbe ottenerne interessanti informazioni, che evidentemente ignora, relative ai costi del recupero della scuola”.

Share

3 comments
Leave a comment »

  1. INIZIATA LA CAMPAGNA ELETTORALE………..

  2. La “filiera” Comune Belluno – Provincia Belluno – … – Governo, di centro-destra, sta miseramente fallendo su tutti i fronti. La Regione regge ancora bene, ma chissà se resisterà fino a fine mandato visto come stanno andando le cose a livello nazionale e a livello locale.
    Speriamo che questa “era buia” di grandi spese per inutili cose (dallo “svizzero” al Ponte sullo Stretto) e di riduzione di spese per cose essenziali (quali la cultura, la scuola, il sociale ecc.) finisca presto! Anche a livello locale abbiamo bisogno di rinnovamento.
    Auspico che, per le elezioni comunali, il centro-sinistra riesca a predisporre un programma forte, onesto, credibile, sostenibile, concreto e oculato, cercando così di rimettere in piedi la nostra Città.
    Tempi duri, ma bisogna essere ottimisti.
    Meno ottimismo ho per la ristrutturazione delle vecchie Scuole Gabelli, visto che pare più importante “rifare” una Piazza Martiri, già di per sé decente e accogliente, piuttosto che ridare decoro e funzionalità a un edificio che piano piano sta andando in decomposizione, come un grande cadavere messo al centro della città, forse per dimostrare il decadimento di una città che un tempo era esempio di vivibilità e di habitat ideale per anziani e bambini.
    A proposito: il progetto per il rifacimento di Piazza Martiri è stato predisposto a titolo gratuito o c’è stato esborso di denaro pubblico?

  3. Continuo sempre a sentire la solita storia che per restaurare le GABELLI ci vogliono 5 milioni di euro ma quanti ne sarebbero arrivati a fronte di un serio progetto, anche a stralci, di restauro … RICORDO che la Fondazione Cariverona all’inaugurazione della scuola (garage) al Parco Bologna ne aveva promesso uno (di milione di euro) a fronte di un piccolo spazio da dedicare ad “un museo della scuola” tanto per iniziare.
    BASTA parlare di costi, parliamo invece se qualcuno c’è, sempre lo stesso, che a fronte di un progetto serio di restauro sarebbe stato interessato a contribuire alla rinascita di questa meravigliosa scuola, icona per decenni della nostra città e nel suo cuore appunto collocata … invece solo parole che generano fraintendimenti e questo non è corretto per i nostri concittadini …
    Ci saremo bruciati questa possibilità???
    Spero proprio di no, comunque sarò sempre lì in prima fila per far si che questa non rimanga vana.
    Biagio Giannone.