Sunday, 24 June 2018 - 17:04

La Scuola Sci & Snowboard Arabba esce dal silenzio e chiede spiegazioni sul provvedimento preso da Arabba Fodom Turismo nei suoi confronti

Nov 15th, 2011 | By | Category: Eventi, sport, tempo libero, Prima Pagina

Carlo NaiboQuali sono le reali motivazioni che hanno portato Arabba Fodom Turismo (AFT) all’esclusione della Scuola Sci & Snowboard Arabba dall’Associazione Turistica?

“La decisione di creare un noleggio sci voleva essere un modo per migliorare il servizio offerto dalla Scuola Sci & Snowboard Arabba ai propri utenti, non certo per creare disagio a chi dispone già di un attività avviata in questo settore” spiega il direttore Omar Irsara. ”Ad oggi, quindi, non siamo ancora riusciti a comprendere come mai l’AFT ritenga il nostro comportamento oggettivamente incompatibile con le finalità dell’Associazione Turistica e le prospettive di sviluppo dell’area sciistica. Tanto più che la Scuola Sci & Snowboard Arabba e la società M.S.A., promotrice del nuovo Ski Service, sono due soggetti ben distinti tra loro.”

La Scuola Sci & Snowboard Arabba garantisce da oltre 50 anni un servizio fondamentale per la stazione turistica invernale. In tutti questi anni, poi, i maestri di sci non hanno mai fatto mancare la loro disponibilità e partecipazione per l’organizzazione e lo svolgimento di manifestazioni o eventi utili alla promozione del territorio. Con la stessa disponibilità e impegno, la Scuola Sci & Snowboard Arabba ha sempre sostenuto e collaborato con le amministrazioni comunali e con la società Sit Boè per la realizzazione del campo scuola. “Le ultime stagioni, tuttavia, si sono rivelate particolarmente difficili per l’attività di un soggetto come il nostro, operante solamente quattro mesi in un anno solare, a causa di diversi fattori, in primis la crisi economica che ha portato un netto calo di richiesta dei nostri servizi e il crescente aumento dei costi fissi” continua Irsara. “Una situazione che sta portando molti maestri, in particolar modo quelli più giovani, a valutare concretamente la possibilità di allontanarsi parzialmente o addirittura completamente dalla professione, ponendo a forte rischio la sopravvivenza della Scuola Sci & Snowboard Arabba. Per queste ragioni si è arrivati alla decisione di formare una società che promuovesse passo dopo passo una serie di investimenti per consentire a tutti di continuare a coltivare la propria passione per lo sci e l’insegnamento”.

Si tratta quindi di capire se il vero motivo di tutta questa controversia sia legato solamente alla costituzione di un noleggio sci o alla mancanza di una soluzione per la sistemazione dell’ufficio di promozione turistica (IAT). A questo proposito, tre giorni dopo l’assemblea del 21.10.2011, durante la quale, dopo una lunga e serrata discussione, era stata votata una mozione con la quale si chiedeva alla Scuola Sci & Snowboard Arabba, entro dieci giorni, le scuse ufficiali e l’impegno a collaborare con il consorzio, nel rispetto dello statuto e in sintonia con lo spirito e le finalità dell’assemblea generale, la stessa scuola aveva proposto al Sindaco Ruaz e al Presidente Beker di poter usufruire, durante la stagione invernale, di uno spazio all’interno dell’ufficio della scuola e per i rimanenti mesi dell’anno dell’intero locale. “A nostro parere tale proposta avrebbe permesso al comune e all’AFT di ridurre notevolmente i costi, in quanto non si troverebbero obbligati all’acquisto di una casetta prefabbricata congiuntamente ai relativi problemi di collocazione e di gestione. Nonostante tutto, però, non vi è stato alcun riscontro alla nostra proposta di risolvere il problema della collocazione dell’ufficio IAT” conclude Irsara.

La situazione risulta quindi molto ambigua e di difficile interpretazione. Se la Scuola Sci & Snowboard Arabba non avrà al più presto risposte chiare ed esaurienti darà mandato ai suoi legali di intraprendere tutte le iniziative necessarie per tutelare i propri interessi, il suo buon nome e i maestri che nulla hanno a che fare con la nuova società

Share

Comments are closed.