Sunday, 24 June 2018 - 14:53

Guida in stato di ebbrezza ed incidenti: le osservazioni del comandante della Polizia stradale

Nov 9th, 2011 | By | Category: Prima Pagina, Società, Istituzioni

Stefano Caleffi

Sulla guida in stato di ebbrezza, che qualche giorno fa è stata la causa di due vittime, interviene il comandante della Polizia stradale di Belluno, commissario capo Stefano Caleffi.
«Purtroppo, e con una certa frequenza, si registrano eventi infortunistici determinati da conducenti che risultano essere in stato di ebbrezza, più o meno marcata.
Il giorno 8 novembre una pattuglia è intervenuta in Via Vittorio Veneto di Belluno per il rilievo di un incidente con lesioni personali dove un utente che si era fermato per consentire l’attraversamento di un pedone sull’apposita sede, è stato tamponato da altro veicolo proveniente da tergo. Il conducente che ha tamponato ha evidenziato un tasso alcoolemico superiore al limite imposto dalla norma quantificato in 0.75 e 0.62 g/l.
Gli accertamenti esperiti sia sul luogo dell’evento che dall’Ufficio Infortunistica hanno fatto emergere come il particolare stato di alterazione psicofisica alterato dall’assunzione di bevande alcoliche abbia contribuito in maniera determinante al concretizzarsi dell’evento influendo negativamente nell’intervallo psicotecnico necessario a percepire il pericolo.
Aldilà delle conseguenze ai coinvolti, che per tale vicenda sono state fortunatamente lievi, appare opportuno, ancora una volta, sottolineare l’indubbia pericolosità rappresentata dalla conduzione di qualsiasi veicolo  dopo l’assunzione di bevande alcoliche.
Concentrazioni anche minimali di tali sostanze nel circolo sanguigno, di fatto, interferiscono sulla lucidità dei vari soggetti rallentando le reazioni ai vari stimoli percepiti.
Un uso cosciente e responsabile di tali sostanze contribuirebbe in modo determinante all’abbattimento del numero di incidenti che interessano il nostro Paese e, più in generale, il territorio europeo, all’interno del quale è opportuno rappresentare  l’impegno profuso dalle varie Forze di Polizia nell’attività di prevenzione e repressione in tale particolare settore».

 

 

 

Share

One comment
Leave a comment »

  1. INTRODURRE IL REATO DI ”OMICIDIO STRADALE ” PER QUANTI ALLA GUIDA DI VEICOLI SOTTO L EFFETTO DI SOSTANZA ALCOLICHE E STUPEFACENTI PROVOCANO VITTIME INNOCENTI SULLA STRADA è UNA PRIORITA’ OLTRE CHE UN DOVERE IN UNO STATO DI DIRITTO