Tuesday, 11 December 2018 - 17:59

Stagione teatrale. Irma Visalli: “la politica dell’assessore Passuello ci porta alla chiusura del Teatro. Vergognoso addossare colpe a Tib”

Nov 8th, 2011 | By | Category: Arte, Cultura, Spettacoli, Cronaca/Politica, Prima Pagina

Irma Visalli

“Il disegno dell’Assessore Passuello si sta via via realizzando”.Lo afferma il segretario Pd Unione comunale di Belluno Irma Visalli. “Le parole del Presidente della Fondazione Neri mettono in luce quanto grave sia la situazione del Servizio-teatro nella nostra città. E sottolineo la parola “ servizio”, perché sembra che nessuno consideri che quanto paga il Comune lo pagano i  CITTADINI  ai quali va data una risposta seria in termini di offerta culturale e anche di gestione ordinaria . Non  raffazzonando, giorno per giorno, settimana per settimana .
Si parla infatti, disgiuntamente da ogni pensiero organico, di servizi tecnici del teatro – prosegue Visalli – come se fosse un problemino a se stante. Come se ogni elettricista, impresa di pulizie, fonico, impiantista , addetto alla sicurezza  potesse sostituire un servizio complesso e unitario per rendere agibile il Teatro (i teatri visto che si parla anche di Feltre)
E si ha il coraggio di ribaltare la responsabilità sul TIB che non ha accettato di prorogare i servizi al 31 dicembre con un contratto ex-novo della durata di “ben” 50 giorni. Sappiamo tutti delle sovrapposizioni tra le date, dei pasticci organizzativi e delle responsabili risposte del TIB alla copertura del servizio fino al San  Martino e per altre manifestazioni  decise  dal Comune. E cosa si fa? Si da a loro la colpa se non accettano di fare un contratto così? Della serie “oltre il danno la beffa”…..
Ma insomma – prosegue Irma Visalli –  caro Presidente Neri: il TIB fa bene o male il suo servizio?  Se si fa un bando  lo si fa tanto per “cambiare”  o perché non si è soddisfatti del servizio fornito,? E se il servizio del TIB non soddisfa, perché invitarli  a partecipare al bando ?  Se, invece si  ritiene che possano essere tra i cinque soggetti a cui si chiede un offerta, allora perché non vagliare , seriamente,  la proroga per  garantire il servizio almeno per tutta la stagione di prosa 2012?
Credo sia  ormai oggettivo e  lampante  che non esiste  “logica” dietro le maldestre operazioni dell’ass. Passuello. Si riconosca che non vi è altro spazio di manovra per cambiamenti “in corsa” e il tempo per cambiare,l’amministrazione Prade se l’è giocato per stare dietro ai capricci dell’Assessore alla Cultura – conclude il segretario del Pd di Belluno -. O ai giochi tra le parti di questa maggioranza. L’esito non cambia”.

 

Share

Comments are closed.