Wednesday, 19 September 2018 - 20:11

Opere create con IPad e IPhone. Al Premio Arte Laguna le nuove frontiere dell’arte

Nov 6th, 2011 | By | Category: Arte, Cultura, Spettacoli, Pausa Caffè

Il VI Premio Arte Laguna è il primo concorso internazionale con base in Italia a proporre una sezione interamente dedicata alla virtual Art, un settore in via di espansione destinato a rivoluzionare il mondo delle arti. Il Premio Arte Laguna si distingue, ancora una volta, per il proprio spirito pionieristico. Dalle immagini, ai video, fino alle net performance, le opere si dematerializzano e appaiono su tablet o smartphone. Così per l’edizione 11.12 oltre a opere pittoriche, fotografiche, video, sculture e performance, la mostra collettiva all’Arsenale di Venezia verrà in parte allestita su tablet per mostrare al grande pubblico i nuovi modi di fare arte.

La nuova sezione è supportata da Fope, azienda orafa italiana che dal 1929 è sinonimo di sapiente artigianalità e continua sperimentazione. Il vincitore assoluto della sezione sarà scelto da una giuria internazionale e sarà premiato con 7.000 euro e con una collaborazione artistica con l’azienda vicentina.

Il progressivo riconoscimento del valore dell’arte virtuale è sintomo di un cambiamento di direzione nella cultura sociale. La nuova corrente artistica, branchia della media art, nasce, infatti, all’interno di social network, forum e video games, promossa da una comunità grassroots: collettività di individui basata su cooperazione e scambi intellettuali ed emozionali. Così non si fanno più i conti con l’epoca della riproducibilità tecnica ma con una nuova tendenza di irriproducibilità tecnologica – come afferma Roberto Diodato docente all’Università Cattolica di Milano ed esperto di estetica e nuove tecnologie- poiché, per la sua natura interattiva, l’arte virtuale rappresenta una forma appunto irriproducibile, nonché inarrestabile, di esperienza. Ed il nuovo artista è proprio lo sviluppatore, il lead designer, che coniuga tecnologia e immaginazione in un&rs quo;unica opera senza confini definibili.

Smartphone, tablet, pc: sono innumerevoli le tele adoperate dai virtual artists, esponenti di una corrente che ne ha viste di trasformazioni dai suoi inizi. La forma digitale nasce negli anni ’70 e si concentra su animazione e video games per poi arrivare ai computer e più recentemente ad iPad e iPhone.
Il settantatreenne artista inglese David Hockney è un esempio emblematico di come si possa creare senza usare pennelli e tela, le sue opere sono finite sulle copertine di Telegraph e del New Yorker ed esposte in Danimarca, Canada, Inghilterra. Con la nuova sezione in concorso il Premio Arte Laguna cerca gli Hockney del futuro.
I virtual artists hanno tempo fino all’11 novembre per candidare le loro opere.

Per info

Premio Arte Laguna
Tel. + 39 041 5937242 | Fax +39 041 8627948
info@premioartelaguna.it | www.premioartelaguna.it

 

Share

Comments are closed.