Wednesday, 19 September 2018 - 21:31

Banda larga. Bond: “la fibra ottica arriva in 20 comuni del Bellunese. Così accorciamo le distanze”

Nov 3rd, 2011 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Dario Bond

Venti comuni interessati per un numero complessivo di 27 interventi. Centinaia i chilometri di fibra ottica. Sono questi i numeri “bellunesi” della prima parte del Piano regionale per lo sviluppo della banda larga, strumento adottato pochi giorni fa dalla giunta regionale su proposta del vicepresidente Marino Zorzato. “Per la nostra provincia è un grosso passo in avanti. Ci sono ampie zone che ancora non possono godere dei benefici della banda larga, un grosso handicap soprattutto per le nostre imprese che già sono costrette a operare in un territorio privo di infrastrutture viarie soddisfacenti”, afferma il capogruppo del Pdl in Consiglio regionale Dario Bond.
“Nonostante i tempi di crisi, si è capito che il tema della connettività è fondamentale per la crescita e lo sviluppo di tutte le comunità”, sottolinea il consigliere regionale. “In questo modo gettiamo le fondamenta per la realizzazione di una rete di nuova generazione che nei prossimi anni permetterà di raggiungere velocità superiori in linea con gli obiettivi prefissati dall’Unione europea”.
Intanto, l’obiettivo – nel medio-breve periodo – è quello di garantire su tutto il territorio bellunese e veneto una connettività tra i 2 e i 20 Mbps entro il 2014.
“La giunta è riuscita ad attivare finanziamenti per 40 milioni di euro. Parte di questi finiranno nel Bellunese dove in troppe zone ci sono forme di connettività obsolete e molto lente”, prosegue Bond, che sottolinea come contemporaneamente saranno attivate altre iniziative collaterali: “L’infrastruttura tecnologica è importante, ma altrettanto fondamentale sarà investire nella cultura digitale delle persone, delle famiglie e delle imprese. Informatizzare significa anche risparmiare sia in termini di tempo che di burocrazia”.
Di seguito gli interventi previsti nel Bellunese suddivisi in base alle fonti di finanziamento intercettati dalla Regione:
Interventi su fondi del Ministero dello Sviluppo economico: Feltre, Perarolo di Cadore, Rocca Pietore.
Interventi su fondi Feasr (fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale): Arsiè, Chies d’Alpago, Comelico Superiore, Danta di Cadore, Feltre, San Gregorio nelle Alpi, San Pietro di Cadore, San Tomaso Agordino, Sovramonte, Tambre, Vigo di Cadore, Vodo di Cadore.
Interventi su fondi Fesr (Fondo europeo di sviluppo regionale): Farra d’Alpago e Trichiana.
Interventi su fondi per i distretti: Auronzo, Belluno, Calalzo di Cadore e Longarone.

Share

4 comments
Leave a comment »

  1. Era ora che facessero qualcosa, ormai non ci speravo più!

  2. SPERIAMO NELLA 20 MEGA PER TUTTO IL COMUNE DI BELLUNO VISTO CHE IN CERTE ZONE è ASSENTE LA BANDA LARGA E IN CERTE ALTRE SI ARRIVA A MALAPENA A 10 MEGA

  3. Attenzione, a sentire i politicanti tutta la provincia doveva già essere coperta nell’anno del Signore 2006…
    io navigo (Cadore) ancora con il telefonino….

  4. Io navigo ad una velocità deprimente (raggiungo massimo i 100Kb/s, con qualche picco). Speriamo con la fibra di raggiungere almeno, e dico almeno, gli 800Kb/s…

    Inoltre speriamo che si risolvano i continui problemi di Ping, che rendono impossibile il gioco online (200ms sono pochi per dove vivo, ma lo stesso tanti per uno sparatutto online)…

    Spero che questa cosa venga fatta, e che non sia una promessa, come moltissime altre volte.