13.9 C
Belluno
martedì, Maggio 26, 2020
Home Cronaca/Politica Oscar De Bona difende la sua presidenza dopo la revoca dell'incarico firmata...

Oscar De Bona difende la sua presidenza dopo la revoca dell’incarico firmata da Gianpaolo Bottacin. “Dai numeri di bilancio, una Longarone Fiere sana e dinamica”

«Longarone Fiere Dolomiti è un’azienda sana, che si regge sulle proprie gambe e che è in grado di svolgere in maniera efficace il ruolo di volano per lo sviluppo delle attività imprenditoriali nella provincia e nel territorio dolomitico più in generale». E’ la risposta di Oscar De Bona alla revoca dell’incarico firmata dall’ex presidente della Provincia Gianpaolo Bottacin a favore di Mattia Losego. Questione che sembra rinviata a dicembre e sulla quale De Bona ha rappresentato una serie di vizi formali per difendere il suo incarico.
«Abbiamo presentato ai soci l’ennesimo bilancio che chiude in attivo – ha spiegato De Bona – con un calendario che contiene una manifestazione nuova, che promette interessanti sviluppi per il futuro e che soprattutto rappresenta e promuove una delle risorse fondamentali del nostro territorio, il legno. Nonostante il periodo difficile dei mercati, con diverse fiere che in Italia e all’estero fanno quadrare i conti con estrema difficoltà e molto spesso chiudono “in rosso”, Longarone Fiere Dolomiti si conferma realtà molto interessante e sana. Il valore della produzione è aumentato a oltre 2 milioni e trecentomila euro, ed il margine positivo generato dall’attività caratteristica si è confermato su valori di circa 230 mila euro. Si tratta di una bella realtà quindi, una risorsa della provincia che non solo non grava sulla collettività ma anzi genera opportunità di sviluppo in tanti settori, con manifestazioni che quasi ogni mese vanno a stimolare comparti specifici dell’economia territoriale. Nell’esercizio che ha preso il via con luglio, abbiamo già lanciato una nuova manifestazione, “Expo delle Dolomiti Patrimonio dell’Umanità”, che ha lanciato segnali e proposte in tante direzioni: ora stiamo studiando nuove iniziative per i prossimi calendari, che dovranno aprire il bellunese a ulteriori idee, proposte e progetti.” Sul bilancio, unanime è stato il plauso dei Soci che hanno preso l’occasione anche per ringraziare il direttore uscente Paolo Garna e lo staff operativo per il positivo risultato ottenuto; così come unanime è stata la condivisione delle linee d’indirizzo delineate dal presidente Oscar De Bona nel presentare le iniziative per il calendario da qui al mese di giugno prossimo.

Share
- Advertisment -

Popolari

Ciclone Vaia: raccolti oltre 390mila euro per il Centro coordinamento soccorsi dei Vigili del fuoco di Belluno

Il Fondo di Solidarietà costituito a fine 2018 a favore delle popolazioni venete colpite dal ciclone Vaia da Confindustria Veneto e Cgil Cisl Uil...

Il Consiglio regionale approva le due mozioni Gidoni: Ufficio esecuzione penale esterna a Belluno. Potenziamento del personale all’Ufficio scolastico di Belluno

Venezia 26 mag. 2020 - “Attivare una sede bellunese dell’Ufficio di Esecuzione Penale Esterna, per evitare ai cittadini e ai dipendenti residenti in provincia...

Rilancio del Nevegal. Fracasso, Pigozzo, Bello e Dal Farra (PD): “Basta rimpalli tra Regione e Comune: assicurare accessibilità ai rifugi con gli impianti già dalle...

Venezia, 26 maggio 2020  "Il rilancio del Nevegal non può più attendere: Regione e Comune di Belluno la smettano di rimpallarsi responsabilità e accampare scuse,...

Ulss Dolomiti. Cambiano i criteri di accesso per i prelievi del sangue. Dal 1° giugno prenotazione obbligatoria

Dal 1° giugno 2020 per accedere ai Laboratorio analisi e Centri Prelievi ospedalieri dell’Ulss Dolomiti sarà necessaria la prenotazione del proprio turno. In questo...
Share